Bologna-Milan 0-0, Bakayoko espulso. Higuain spuntato. Vince la noia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 dicembre 2018 22:46 | Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2018 22:47
Bologna-Milan highlights, VIDEO GOL, pagelle

Pippo Inzaghi nella foto ANSA / MATTEO BAZZI

BOLOGNA, STADIO RENATO DALL’ARA – Posticipo del campionato italiano di calcio di Serie A, Bologna-Milan 0-0.

Tre punti, per il Milan, avrebbero potuto significare un tentativo di fuga verso la qualificazione in Champions League. Per il Bologna, invece, l’uscita dalla zona retrocessione. Tra due squadre in crisi, però, prevale la politica dei piccoli passi e di non rischiare peggiorare la situazione.

Poco spettacolo e zero reti, vince la noia e alla fine i rimpianti sono più per il Bologna, che non ha la forza di sfruttare la superiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora: merito anche di Donnarumma, che nel finale salva i suoi prima su una punizione di Orsolini e poi su un colpo di testa di Destro.

La paura domina la gara fin dalle prime battute. Il Milan prende in mano il pallino del gioco, ma il possesso di palla è sterile, di occasioni neppure l’ombra. Dall’altra parte, il Bologna si limita a contenere. Inzaghi costruisce con Mbaye Svanberg una gabbia attorno a Suso, ma i rossoblù sono troppo bassi per poter ripartire.

Per la prima conclusione bisogna così attendere il minuto 21: la firma è di Higuain, che replica tre minuti dopo. In entrambi i casi, però, la mira non è sufficientemente angolata per impensierire Skorupski. Tocca poi al Bologna spaventare il diavolo: un pasticcio di Kessie innesca il contropiede di Palacio, che costringe Donnarumma alla prima vera parata del match al minuto 27.

Il primo tempo è tutto qui e conferma il momento di difficoltà di entrambe le squadre e di entrambi gli allenatori, sulla graticola e a rischio. Il Milan è reduce dall’esclusione in Europa League e ridotto ai minimi termini per problemi di infermeria, pur ritrovando capitan Romagnoli a distanza di 40 giorni dall’ultima volta (con la Juventus). Il Bologna se la passa anche peggio: terzultimo, senza Pulgar e Dijks, con Mbaye prescelto per a marcatura di Suso, ma soprattutto reduce da una settimana tesissima: prima la riflessione su Inzaghi da parte dei vertici del club, poi la riconferma, la contestazione dei tifosi, lo sfogo social del tecnico, le croci con i nomi di Fenucci, Bigon e Di Vaio e la scelta di patron Saputo di non tornare a Bologna, dove era stato annunciato tra i presenti per il big match.

Le azioni pericolose rossoblù passano tutte da Palacio, che prova ad accendere la luce anche nella ripresa: ma Santander spreca un tiro dal limite al 2′ e Zapata è bravo poi ad anticipare il paraguaiano di testa al 6′.

Tre minuti dopo è Calhanoglu ad avere la palla giusta dal limite, ma non inquadra la porta. Suso non ha guizzi e Al 31′ arriva l’episodio che può girare la partita: Bakayoko si prende il rosso per doppia ammonizione, ma il Bologna non ha la forza di cambiare passo. Non cambia neppure il risultato, nonostante i cambi: finisce 0-0.

Le pagelle della partita

Bologna-Milan 0-0. Bologna (3-5-2): Skorupski 6, Calabresi 6.5, Danilo 6.5, Helander 6.5, Mattiello 6.5, Poli 6 (36′ st Orsolini 6), Nagy 6, Svanberg 6 (16′ st Dzemaili 6), Mbaye 6, Palacio 6, Santander 6 (46′ st Destro sv). (1 Da Costa, 29 Santurro, 3 Gonzalez, 4 De Maio, 6 Paz, 17 Donsah, 11 Krejcì, 30 Okwonkwo, 91 Falcinelli). All.: F.Inzaghi 6.

Milan (4-4-2): G. Donnarumma 6, Calabria 6, Zapata 6, Romagnoli 6.5, Rodriguez 6, Suso 5 (39′ st Laxalt 6), Kessie 6, Bakayoko 4.5, Calhanoglu 5.5 (33′ st Josè Mauri 5.5), Higuain 4.5, Cutrone 5 (16′ st Castillejo 5.5). (25 Reina, 90 A. Donnarumma, 12 Conti, 20 Abate, 22 Musacchio, 16 Bertolacci, 18 Montolivo, 77 Halilovic, 96 Tsadjout). All.: Gattuso 5.5.

Arbitro: Maresca di Napoli. Angoli: 2-1 per Bologna. Recupero: 0′ e 4′. Ammoniti: Bakayoko, Kessie, Helander per gioco scorretto; Calabria, Santander, Romagnoli per proteste. Espulso: Bakayoko per doppia ammonizione. Spettatori: 22.214

Le azioni chiave della partita

93′ Fischio finale, zero a zero a Bologna. Gara con poche occasioni da gol, tra i due club ha vinto la paura. Entrambe avevano paura di perdere, il Milan perché era reduce dalla pesante eliminazione in Europa League, il Bologna perché è in piena zona retrocessione. Questo pareggio potrebbe salvare la panchina di Pippo Inzaghi anche se il Bologna poteva fare di più dopo l’espulsione di Bakayoko e invece ha mantenuto il suo atteggiamento prudente. 

76′ (approfondimento qui) Possibile svolta della partita. Espulso Bakayoko per doppia ammonizione dopo un fallo tattico su Santander a centrocampo. 

75′ Castillejo prova a sbloccare una partita che si avvia sullo zero a zero ma il suo sinistro è impreciso e non riesce a inquadrare lo specchio della porta difesa da Skorupski. 

54′ Milan vicino al gol. Calhanoglu ci prova con un tiro potente dal limite dell’area di rigore del Bologna. La palla esce di un soffio a Skorupski battuto. 

52′ Prima vera occasione da gol per il Milan. Cutrone riceve palla nell’area del Bologna e si gira con prontezza ma Skorupski è sulla traiettoria del tiro e riesce a bloccare la sfera. 

45′ Nel primo tempo ha vinto la noia. Il Bologna è arrivato solamente una volta al tiro con Rodrigo Palacio, mentre il Milan non ha creato nessuna occasione da gol. Il Bologna ha un atteggiamento tattico molto prudente e fino a questo momento sta controllando senza troppa apprensione gli attaccanti del Milan e la fase offensiva dei rossoneri. 

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Nagy, Svanberg, Mbaye; Santander, Palacio. All. F. Inzaghi

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessie, Bakayoko, Calhanoglu; Higuain, Cutrone. All. Gattuso

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.