Brasile 2014, da Falcao, Walcott a Strootman: il Mondiale perde i pezzi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2014 17:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2014 17:36
Brasile 2014, da Falcao, Pepito Rossi a Strootman: il Mondiale perde i pezzi

L’infortunio di Strootman (LaPresse)

ROMA – Mancano poco più di tre mesi al calcio d’inizio del Mondiale, e in attesa di definire la lista dei convocati, c’è un’altra lista, la piu’ temuta, che ogni tanto riempie una casella: quella degli infortunati.

Dopo averlo conquistato sul campo, il Mondiale probabilmente lo vedranno solo in televisione: è il rischio che corrono Radamel Falcao, Giuseppe Rossi, Theo Walcott, Jack Wilshere e, ultimo in ordine di tempo, il giallorosso Kevin Strootman finiti fuori gioco anzitempo per brutti infortuni che pregiudicheranno, con tutta probabilità, la loro presenza a Brasile 2014.

Perdite importanti, non solo per le nazionali di appartenenza ma per la rassegna iridata nel suo complesso che gia’ deve fare a meno di calibri come lo svedese Ibrahimovic, il gallese Bale, lo slovacco Hamsik o il polacco Lewandowski che in Brasile non andranno semplicemente perché le loro nazionali non si sono qualificate.