Sport

Brasile, calciatore ucciso dopo aver subito il furto dell’auto

calciatore-brasile

Paulo Alex da Silva Machado, il calciatore brasiliano ucciso

RIO DE JANEIRO – Paulo Alex da Silva Machado, calciatore di 20 anni dell’Artsul, è stato ucciso dopo essere stato derubato dell’auto, a Queimados, un comune dello stato di Rio de Janeiro, in Brasile. La polizia ha aperto un’indagare sul caso ed ha già acquisito alcune immagini rilevate da telecamere di sorveglianza poste lungo la strada dove è accaduta la tragedia.

Secondo quanto riporta Globo, il giovane era uscito da casa intorno a mezzanotte con la macchina del padre ed era in giro con un amico. Quando stavano facendo ritorno, sono stati fermati da 4 criminali che in sella a 2 moto hanno intimato loro di scendere dall’auto. I due hanno abbandonato la vettura e i banditi sono scappati con la macchina.

Il calciatore, insieme all’amico ed ai familiari, che prontamente li avevano raggiunti, ha deciso di sporgere denuncia per il furto e, visto che ormai era senza auto, ha chiamato un mototaxi, ma alcuni minuti dopo i banditi sono passati a bordo dell’auto rubata e hanno fatto fuoco contro il giovane, l’amico ed i familiari. Il calciatore è morto sul colpo, mentre l’amico e i familiari sono stati portati in ospedale e versano in gravi condizioni.

To Top