Chievo: Mandelli e Pellissier stendono il Brescia

Pubblicato il 30 Gennaio 2011 14:27 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2011 14:28

BRESCIA- Brescia-Chievo 0-3 Pellissier 45′ e 90′ (C) Mandelli 47′ (C).

E’ un Chievo dei miracoli. La squadra di Stefano Pioli si impone per 3-0 sul campo del Brescia e conquista tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza.

Fanno la differenza le reti di Sergio Pellissier, autore di una doppietta,  e Davide Mandelli.

Brescia-Chievo: streaming diretta live online in tempo reale: clicca qui per seguirla sul tuo pc

Le formazioni ufficiali dell’anticipo delle ore 12.30 del campionato italiano di calcio di Serie A disputato allo stadio Rigamonti di Brescia:

Brescia (4-1-4-1): Arcari; Zebina, Bega, Martinez, Mareco; Cordova; Diamanti, Filippini, Konè, Eder; Caracciolo.
A disposizione: Leali, Zoboli, Zambelli, Baiocco, Possanzini, Hetemaj, Lanzafame. All: Beretta.

Indisponibili: Dallamano, Vass, Taddei
Squalificati: Berardi
Diffidati: Koné, Caracciolo

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Mandelli, Andreolli, Mantovani; Fernandes, Rigoni, Constant; Bogliacino; Moscardelli, Pellissier.
A disposizione: Squizzi, Sardo, Morero, Guana, Pulzetti, Thereau, Granoche. All: Pioli

Indisponibili: Luciano
Squalificati: Cesar
Diffidati: Andreolli, Cesar

Il grande ex dell’incontro:

Beretta dopo avere iniziato con Pro Patria, Como, Lumezzane e Varese, nel 2002 Beretta ha debuttato in serie B, sulla panchina della Ternana, dove ha avuto Davide Nicola (attuale tecnico dei rossoblù di Valgobbia), Ezio Brevi, Sussi (terzino sinistro del Brescia ai tempi di Carletto Mazzone), Frick, Jimenez, Borgobello e Zampagna.

Nella primavera 2004 è stato notato da Giovanni Sartori, direttore sportivo del Chievo, gardesano di adozione (abita a Sirmione), che, dopo averlo messo in alternativa con Beppe Iachini, ha deciso di portarlo in riva all’Adige.
Così Beretta ha compiuto il grande balzo, coronando un sogno. Arrivato per sostituire Gigi Del Neri, passato alla Roma, ha avuto una rosa di buon livello: Amauri, Baronio, Brighi, Luciano, Marchegiani, Pellissier, Tiribocchi, Semioli, Zanchetta.

Un buon avvio, con 7 risultati utili consecutivi (pareggi contro l’Inter di Roberto Mancini, l’Udinese di Luciano Spalletti, il Messina di Bortolo Mutti e la Reggina di Walter Mazzarri, successi contro il Livorno di Franco Colomba Lecce di Zdenek Zeman e la Lazio di Mimmo Caso), ha portato il Chievo al 4° posto.