Brescia: Iachini nuovo allenatore, Beretta esonerato

Pubblicato il 30 Gennaio 2011 19:15 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2011 19:15

BRESCIA- E’ durata meno di due mesi l’avventura di Mario Beretta alla guida del Brescia. Era arrivato lo scorso 6 dicembre, prendendo il posto di Beppe Iachini, che oggi (dopo il 3-0 subito in casa con il Chievo) gli subentra a sua volta.

Beretta chiude con sette partite ed un bilancio di due vittorie e cinque sconfitte. L’ultima panchina in ordine di tempo a saltare in serie A era stata quella di Marco Giampaolo al Catania (lo scorso 18 gennaio) con la rescissione consensuale del rapporto e l’annuncio (il giorno dopo) dell’argentino Diego Pablo Simeone.

Alla 22/a giornata sono cosi’ sette gli avvicendamenti dall’inizio del campionato. Prima erano saltate le panchine di Bologna, Genoa, Cagliari, Brescia e Inter.

Esonero lampo per Franco Colomba, mandato via a fine agosto, addirittura prima della giornata di esordio del campionato: al suo posto il primo settembre arriva Alberto Malesani. All’inizio di novembre tocca al tecnico del Genoa Gianpiero Gasperini, rilevato da Davide Ballardini. A meta’ novembre e’ il turno dell’allenatore del Cagliari Pierpaolo Bisoli, che lascia il posto a Roberto Donadoni.

All’inizio di dicembre altra ‘staffetta’ tecnica, come ricordato al Brescia: via Iachini, al suo posto Beretta. A Natale infine, subito dopo il Mondiale per club vinto, Moratti da’ il benservito a Rafa Benitez chiamando Leonardo sulla panchina dell’Inter.

I sette cambi di panchina rappresentano comunque una netta inversione di tendenza rispetto allo scorso campionato: allora dopo 21 giornate i tecnici sostituiti erano stati gia’ tredici. Il primato assoluto a fine campionato e’ costituito dai 17 esoneri del 1947-’48; al secondo posto il torneo 2007-’08 con 15 cambi di panchina a fine torneo.