L’Inter soffre a Brescia ma vince e vola al primo posto, decisivo Lukaku

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 23:00 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 23:02
Brescia Inter risultato gol Balotelli Conte primo posto

Brescia Inter, Mario Balotelli nella foto Ansa

BRESCIA – Anticipo del martedì del campionato italiano di calcio di Serie A, Brescia-Inter 1-2, gol: Lautaro Martinez al 22′, Romelu Lukaku al 62′ e autogol di Skriniar al 76′.

L’Inter passa a Brescia e, in attesa di Juventus-Genoa, vola in vetta alla classifica del campionato a più due sui bianconeri. La squadra allenata da Antonio Conte ha giocato un buon primo tempo, chiuso sull’1-0 grazie alla rete di Martinez, mentre ha sofferto nella ripresa. Nella seconda frazione di gioco, nel momento migliore del Brescia, è arrivato il raddoppio di Lukaku in contropiede.

Nonostante questo, i padroni di casa hanno continuato ad attaccare e hanno trovato la rete della bandiera grazie ad una autorete di Skriniar dopo una respinta di Handanovic su Bisoli. Nell’ultimo quarto d’ora di partita, il Brescia si è riversato nell’area di rigore dei nerazzurri ma Handanovic è riuscito a dire di no alle conclusioni a rete di Balotelli.

Grazie a questo successo, l’Inter ha messo pressione sulla Juventus in chiave scudetto  mentre il Brescia resta in zona retrocessione. Corini potrebbe essere esonerato e potrebbe essere sostituito dall’ex ct della Nazionale Prandelli. 

Brescia-Inter 1-2, decisivo il gol segnato da Lukaku nella ripresa. 

Il Brescia sfida l’Inter con   Alfonso; Cistana, Gastaldello, Mangraviti; Sabelli, Bisoli, Tonali, Romulo, Mateju; Balotelli e Donnarumma.  Corini cerca di salvare la panchina puntando sul grande ex dell’incontro, Mario Balotelli. In caso di sconfitta, il Brescia potrebbe esonerare Corini per puntare su Prandelli. 
L’Inter di Conte, a caccia del primo posto, schiera Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Barella, Asamoah; Lautaro e Lukaku. 

La prima occasione da gol è stata creata dall’Inter al 19′. Cross dalla destra di Antonio Candreva e colpo di testa di Godin che non ha trovato lo specchio della porta della squadra di casa. Inter in vantaggio al 22′, al secondo affondo. Lautaro Martinez ha calciato da fuori area di rigore, la sua conclusione è stata deviata da Cistana alle spalle di un incolpevole Alfonso. 

Dopo la rete incassata, il Brescia ha cercato subito il pareggio ma la conclusione dalla lunga distanza di Sandro Tonali al 31′ è stata parata senza alcun problema da Samir Handanovic. La squadra allenata da Corini non riesce ad esprimere il suo gioco abituale. L’Inter ha cercato il raddoppio al 32′ ma il tiro cross di Antonio Candreva dalla destra è stato deviato in calcio d’angolo dalla difesa del Brescia.

Al 36′, il Brescia ha chiesto un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di Gagliardini su un colpo di testa di Donnarumma ma l’arbitro, attraverso lo strumento del silent check, non ha ravvisato gli estremi del penalty. Poco dopo è partito il coro dei tifosi di casa: “Come la Juve, voi siete come la Juve…”.

Al 43′, manata di Gagliardini a Tonali. L’arbitro ha deciso di ammonire entrambi i calciatori per reciproche scorrettezze. Il primo tempo è terminato sul risultato di uno a zero per l’Inter a Brescia.

Al 47′, Mario Balotelli è andato vicino al pareggio. Ha calciato con il destro, su assist di Sabelli, chiamando Handanovic alla parata miracolosa in calcio d’angolo. Al 51′, Donnarumma ha calciato da terra nell’area di rigore dell’Inter impegnando seriamente Handanovic. Il portiere sloveno ha deviato la sfera in calcio d’angolo. 

Al 55′, Balotelli ha avuto il pallone del pareggio sul suo piede ma il suo destro a botta sicura è stato respinto da Godin. Raddoppio dell’Inter al 62′ nel momento migliore del Brescia. Lukaku si è accentrato dalla destra e ha fatto partire un sinistro a giro che non ha lasciato scampo ad Alfonso. 

Al 72′, Mario Balotelli si è divorato un gol già fatto. Dopo una respinta corta di Handanovic su un suo colpo di testa ravvicinato,  ha sparato in curva con il destro  da due passi. Il Brescia ha accorciato le distanze al 76′, autogol di Skriniar dopo una respinta di Handanovic su una conclusione ravvicinata di Bisoli. E’ finita, l’Inter ha vinto a Brescia e si è riportato al comando della classifica.