Bruno Peres, sequestrato l’attico a Roma. Ma lui non ha nulla a che fare con l’indagine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2020 13:14 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2020 13:14
Bruno Peres, sequestrato l'attico a Roma

Bruno Peres, sequestrato l’attico a Roma. Ma lui non ha nulla a che fare con l’indagine (foto ANSA)

Sequestrato l’attico del terzino brasiliano della Roma Bruno Peres. Alle 4 di notte di lunedì 6 luglio, i militari hanno apposto i sigilli all’appartamento. Il terzino non ha nulla a che fare con l’indagine.

Nottataccia per Bruno Peres che si è visto sequestrare l’attico dove vive al Torrino, zona sud di Roma.

A riportare la notizia è Il Corriere dello Sport.

Alle 4 del mattino i militari si sono presentati all’ingresso dello stabile dove vive il terzino brasiliano della Roma per apporre i sigilli all’abitazione del calciatore.

Il sequestro dell’appartamento è uno dei tanti eseguiti nel corso di una operazione che ha portato all’arresto di 28 persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in concorso, emissione di fatture ed altro.

Bruno Peres non ha nulla a che fare con l’indagine, poiché aveva un regolare contratto di comodato d’uso dell’alloggio in cui vive.

Attico che prima del brasiliano era stato utilizzato da altri ex giocatori, come Manolas.

Il giocatore, riporta sempre il quotidiano sportivo, all’inizio non ha creduto al fatto che erano realmente carabinieri e per questo ha chiamato il 112.

Una volta rassicurato ha permesso ai militari di entrare. (fonte CORRIERE DELLO SPORT)