Bruno Sammartino è morto: addio alla leggenda del wrestling

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 aprile 2018 20:29 | Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2018 20:29
Bruno Sammartino è morto: addio alla leggenda del wrestling

Bruno Sammartino è morto: addio alla leggenda del wrestling

NEW YORK – E’ morto a 82 anni Bruno Sammartino, leggenda del wrestling. Il campione è deceduto a Pittsburgh, sua città di adozione dall’età di 15 anni.

Sammartino era nato nel 1935 a Pizzoferrato, in provincia di Chieti, e si era trasferito negli Stati Uniti. La notizia della sua morte è stata data dalla federazione mondiale del wrestling che lo ha ricordato come una persona senza risorse economiche, capace di trovare il successo nella terra delle opportunità.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

“Sammartino – si legge – fu il primo vero ‘supereroe buono’ della storia della WWE” e detiene tutt’ora il record da campione del mondo più lungo di sempre, dal 1963 al 1971. Negli Stati Uniti era conosciuto come The Italian Strongman (l’italiano forzuto), The Original Italian Stallion (lo stallone italiano originale) oppure The Living Legend of Professional Wrestling (la leggenda vivente del wrestling).

Sammartino deteneva anche il record per aver portato al tutto esaurito per ben 188 volte il Madison Square Garden. Nel 2013 è stato introdotto nella WWE Hall of Fame da Arnold Schwarzenegger, suo amico di lunga data.