Cagliari-Juventus 0-2, Kean segna sempre: bianconeri volano a +18 sul Napoli

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 aprile 2019 22:44 | Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2019 22:51
Cagliari-Juventus 0-2, Kean segna sempre: bianconeri volano a +18 sul Napoli

Cagliari-Juventus 0-2, Kean segna sempre: bianconeri volano a +18 sul Napoli. Foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

CAGLIARI – Cagliari-Juventus 0-2, gol: Leonardo Bonucci su assist di Federico Bernardeschi e Moise Kean su assist di Bentancur.
Senza Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, la Juventus ha vinto 2-0 a Cagliari con i gol di Leonardo Bonucci e del “solito” Moise Kean ed è volata a più 18 sul Napoli ipotecando lo scudetto. Kean segna sempre, tra Nazionale Italiana e Juventus ha realizzato 6 gol nelle ultime 7 partite. 

Juventus batte Cagliari, decisivi i gol di Bonucci e Kean.

La prima occasione da gol della partita è stata creata dalla Juventus all’undicesimo minuto. Cross di Miralem Pjanic per Martin Caceres, l’ex difensore del Barcellona calcia con potenza, di prima intenzione, ma non trova lo specchio della porta difesa da Cragno. Al 20′, Moise Kean è stato ammonito per una simulazione nell’area di rigore del Cagliari. Due minuti dopo, al 22′, la Juventus è passata in vantaggio con Leonardo Bonucci. Il difensore della nazionale italiana ha segnato di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Federico Bernardeschi.

Bonucci è stato lasciato solo dalla difesa del Cagliari e non ha avuto alcun problema a battere un immobile Cragno. Al 28′, la Juventus sfiora il raddoppio con Blaise Matuidi. Il centrocampista francese è saltato più in alto di tutti su cross di Mattia De Sciglio ma il suo colpo di testa è stato impreciso. Al 39′, il Cagliari ha creato la sua prima grande occasione da gol. Pavoletti ha servito Barella con una sponda aerea, il centrocampista azzurro ha servito Joao Pedro che da buona posizione ha sparato la palla alle stelle. Il primo tempo è terminato sul punteggio di Cagliari-Juventus 0-1. 

Al 57′, Emre Can se ne è andato di gran carriera sulla fascia destra ma il suo tiro cross è terminato sul fondo non riuscendo a sorprendere un concentrato Cragno. Al 58′, Moise Kean è scattato sul filo del fuorigioco ma il suo pallonetto è stato lento e Cragno ha avuto il tempo di bloccarlo. Il millennial azzurro si è disperato per questa occasione da gol sprecata banalmente.

Al 76′, Leonardo Pavoletti è salto altissimo per anticipare di testa Leonardo Bonucci ma la sua conclusione a rete è terminata alta sopra la traversa. All’80’, Moise Kean ha avuto la palla del raddoppio ma Cragno è uscito con tempismo e lo ha fermato. All’85’, la Juventus ha chiuso la partita con Moise Kean in contropiede. Il millennial azzurro ha segnato a porta praticamente vuota su invenzione di un ispirato Bentancur. La Juve non si ferma mai ed ormai manca solamente la certezza matematica dell’ennesimo scudetto.