Cagliari, caso Nandez: subito un rinvio in tribunale, ora si tratta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2020 18:19 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2020 18:19
Cagliari, caso Nandez: subito un rinvio in tribunale, ora si tratta

Cagliari, Nandez con la maglia della Nazionale Uruguaiana (foto Ansa)

CAGLIARI – Udienza rinviata per il braccio di ferro sui diritti di immagine del giocatore uruguaiano del Cagliari Naithan Nandez. Gli avvocati del club rossoblù e della Goal services Consulting si sono ritrovati al tribunale di Cagliari davanti al giudice Stefano Greco ma le parti solo uscite subito dall’aula.

Motivo? Trattative in corso e udienza rinviata al 14 febbraio. La richiesta di rinvio è stata proposta dalla Goal – rappresentata dai legali Luca Crotta, Luca Tettamanti, Michele Spadini – ed è stata accettata dal Cagliari, rappresentato dagli avvocati Alberto Porzio, Walter Marini, Massimo Delogu.

Pomo della discordia i diritti di immagine del giocatore. Ma sulla cifra – come ha spiegato Crotta – non è ancora possibile stabilire nulla. Non è detto che si ritorni in aula, ma se le parti dovessero trovare l’accordo non sarebbe necessario ripresentarsi davanti al giudice. “Il giocatore – ha spiegato Porzio – non c’entra nulla: il contratto sportivo non è in discussione”.
   
Il percorso di Nandez a Cagliari. Il 9 agosto 2019 viene ufficializzato il suo passaggio al Cagliari:  il club rossoblù lo preleva per una cifra complessiva pari a 18 milioni di euro, rendendo Nández l’acquisto più oneroso nella storia cagliaritana.  Il debutto con i sardi avviene il 18 agosto nel terzo turno di Coppa Italia, nella partita col ChievoVerona (2-1), subentrando a Marko Rog.

Dopo una settimana esordisce anche nel campionato di serie A, nella partita casalinga col Brescia, persa per 1-0. Diviene sin da subito titolare degli isolani, e il 27 ottobre segna il primo goal in serie A contro il Torino nella partita pareggiata per 1-1.Fino a questo momento, Nandez ha giocato 18 partite con la maglia del Cagliari segnando un gol (fonti  Ansa e Wikipedia).