Cagliari-Roma, Cellino: “Non è stato compreso il mio messaggio: ho evitato il caos”

Pubblicato il 24 settembre 2012 9:36 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2012 9:36
Cellino_Cagliari

Cellino (LaPresse)

ROMA – Massimo Cellino sceglie la via dell’attacco a testa bassa per difendersi. E’ a Miami per problemi di salute e gli arriva via etere il coro di riprovazione per il suo invito ai tifosi ad andare fuori dello stadio di Is Arenas che ha fatto scattare il rinvio di Cagliari-Roma. “In 21 anni con il Cagliari non sono mai stato deferito per vicende legate ai passaporti, al doping, agli arbitri, a falsi in bilancio o evasioni fiscali. Sono io o qualcun altro la vergogna del calcio?”. E si sente “nella melma, non so se solo per le medicine che sto prendendo”.

“Perché – spiega all’Ansa – qui si è ribaltato tutto. Io con il mio invito ho fatto in modo che davanti allo stadio non ci fossero solo gli ultras, ha idea di cosa sarebbe potuto accadere? E invece finisco messo in croce. Contavo che poi gli abbonati, al 70 per cento donne e bambini, li facessero entrare, nei giorni scorsi avevo avuto anche qualche assicurazione verbale. Ora mi ritrovo tutti contro. E non è giusto, perché ho solo difeso i sardi”.

Giura amore eterno alla Sardegna e al Cagliari (“chi dice che lo vendo? Non lo farò mai, quello sì che sarebbe un atto di arroganza: la squadra non è mia ma dei tifosi”). E puntualizza con veemenza: “In Sardegna viviamo una specie di stato di polizia, nulla è agibile: la caserma dei vigili del fuoco, lo stadio, gli alberghi. Quanto a me, ho sempre cercato di onorare il calcio e le mie cariche, quando il nostro mondo si stava sfasciando sono stato tra i pochi a tenerlo insieme e devo sentire Abete che via Ansa mi dice quelle cose. Ma scherziamo?”.

Sì, però le regole dicono altro: come si fa a invitare i tifosi alla disobbedienza civile e poi sperare di farla franca? “Ma io – conclude – non spero di farla franca, se ho sbagliato pagherò. Rispetto le istituzioni, mi diano anche una penalizzazione oltre il 3-0 a tavolino, ma non m’importa: meglio andare in prigione da innocente che da colpevole”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other