Cagliari aggancia Roma in zona Champions, Daniele Ragatzu non segnava in Serie A dal 2010-2011

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 8 Dicembre 2019 17:21 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2019 17:21
Cagliari aggancia Roma in zona Champions, Daniele Ragatzu non segnava in Serie A dal 2010-2011

Il Cagliari esulta dopo la rete del pareggio di Daniele Ragatzu (foto Ansa)

REGGIO EMILIA – Continua la favola del Cagliari. I sardi hanno pareggiato contro il Sassuolo, in rimonta dopo essere andati sotto di due gol, e hanno conquistato il loro tredicesimo risultato utile consecutivo che è valso l’aggancio alla Roma al quarto posto, in piena zona Champions League. Il Sassuolo aveva giocato un gran primo tempo e lo aveva chiuso meritatamente sul due a zero grazie alle reti Domenico Berardi e Djuricic.

Finita qui? Nemmeno per sogno, nella ripresa il Cagliari ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e ha impattato la partita sul risultato di due a due grazie alle marcature di Joao Pedro, su uscita a vuoto del baby Turati, e di Ragatzu, tornato in gol in Serie A dopo un digiuno lunghissimo che durava dalla stagione 2010-2011. 

Ragatzu è un attaccante classe 1991 che aveva avuto un impatto grandioso con la Serie A ma poi con il passare delle stagioni si è perso ed il Cagliari ha deciso di lasciarlo andare. Così Ragatzu ha iniziato a sgomitare nelle serie minori Gubbio, Pro Vercelli, Rimini e Olbia. Proprio nell’altro club sardo si è rilanciato ad ottimi livelli segnando moltissimi gol in Serie C. Così il Cagliari ha deciso di riportarlo alla base e finalmente Ragatzu ha trovato in Maran un allenatore che crede in lui. 

Dopo la rete alla Sampdoria in Coppa Italia, Ragatzu è riuscito a sbloccarsi anche in Serie A ponendo fine ad un lunghissimo digiuno realizzativo nella massima serie che durava dalla stagione 2010-2011, ultima al Cagliari prima del suo ritorno la scorsa estate.