Cagliari, arrivano Simeone e Olsen ma l’infortunio di Pavoletti è grave

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 30 Agosto 2019 16:59 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2019 16:59
Cagliari Simeone Olsen infortunio Pavoletti tempi recupero

Giovanni Simeone è arrivato a Cagliari (foto Ansa)

CAGLIARI – Gioie e dolori nel pomeriggio del Cagliari. I sardi salutano con entusiasmo gli ultimi arrivati, Simeone dalla Fiorentina e Olsen dalla Roma, ma incassano anche un duro colpo, l’infortunio di Pavoletti è più grave del previsto. L’attaccante della Nazionale Italiana resterà fuori almeno tre mesi per la lesione del legamento crociato anteriore con interessamento del menisco esterno.

Si tratta di una notizia davvero dura da digerire perché Pavoletti è l’attaccante simbolo del Cagliari da diverse stagioni. La sua eredità dovrà essere raccolta dall’ultimo arrivato Giovanni Simeone. Cattive notizie anche sul fronte Cragno,  il problema alla spalla del giovane portiere del Cagliari è monitorato da settimane, ma più passa il tempo e più il rischio di doversi operare aumenta.

Insomma, Simeone e Olsen sono stati acquistati per integrare la rosa ma a causa di questi brutti infortuni subiti dai sardi dovranno sostituire due pedine fondamentali per i rossoblù come Cragno e Pavoletti. 

Sia Olsen che Simeone devono rilanciarsi. Olsen era arrivato in Italia con grande entusiasmo perché era reduce da un ottimo Mondiale con la maglia della Svezia. Dopo aver eliminato la nostra Italia con parate importanti nelle qualificazioni, si era ripetuto anche durante la Coppa del Mondo contribuendo al posizionamento della Svezia fino ai quarti di finale. 

Il Cholito era arrivato in Italia tra lo scetticismo generale ma era stato in grado di far ricredere tutti a suon di gol. Simeone jr ha chiuso la prima stagione italiana con 14 gol segnati con la maglia del Genoa meritandosi il trasferimento a Firenze. Altri 14 gol anche con i viola ma il secondo anno a Firenze, chiuso con 8 gol, non è stato all’altezza della situazione e così i viola hanno deciso di cederlo ai sardi. Riuscirà a segnare 14 gol anche in Sardegna? Lo scopriremo presto…