Cagliari

Empoli-Cagliari streaming e diretta tv, dove vederla

Empoli-Cagliari streaming - diretta tv, dove vederla

Empoli-Cagliari streaming – diretta tv, dove vederla

EMPOLI-CAGLIARI IN DIRETTA TV, ORARIO, DOVE VEDERLA IN STREAMING, DOVE VEDERLA SU PC – EMPOLI-CAGLIARI, partita valida per la 17esima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A (classifica e calendario), verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium alle ore 15.00 e in diretta streaming su SkyGo e Premium Play. Queste due applicazioni sono riservate agli abbonati a Sky Sport e Mediaset Premium.

EMPOLI-CAGLIARI ORE 15.00.
Empoli: Skorupski; Zambelli, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Diousse, Croce; Saponara; Marilungo, Mchelidze.

Cagliari: Storari; Isla, Bruno Alves, Ceppitelli, Pisacane; Barella, Padoin, Dessena; Farias; Sau, Melchiorri.

LE ULTIME

Qui Empoli: Pucciarelli è tornato in gruppo ma partirà solo dalla panchina. Veseli continua il lavoro a parte, mentre è recuperato Zambelli. Dubbi in attacco con ballottagigo a tre Maccarone-Gilardino-Mchedlidze.

Qui Cagliari: Rastelli è alle prese con il forfait di Borriello, che accusa un problema alla caviglia rimediato contro il Napoli: al suo posto Melchiorri. Di Gennaro torna dalla squalifica, disponibile anche Farias. Dopo due mesi Joao Pedro torna tra i convocati.

A Empoli per cercare di dimenticare il cinque a zero in casa con il Napoli. Ma nella partita del possibile riscatto il Cagliari dovrà fare a meno di Borriello: molti passi avanti dopo l’infortunio di domenica, ma l’attaccante non ce la fa a recuperare.

Al suo posto dovrebbe giocare dall’inizio Melchiorri, in tandem con Sau e con Farias (o Di Gennaro) sulle trequarti. E, sorpresa, c’è anche Joao Pedro: il brasiliano è alla prima convocazione dopo il lungo infortunio e potrebbe essere utilizzato a partita in corso. Per il Cagliari una partita fondamentale. “Vale come quelle contro Crotone e Palermo – ha spiegato Rastelli nella conferenza stampa della vigilia- sono scontri diretti per la salvezza. Non possiamo permetterci di lasciare punti per strada. Andremo in campo consapevoli di poter vincere, ma ancora più importante sarà non perdere perché potremo conservare inalterato il buon margine di vantaggio”.

“I cinque gol presi domenica fanno male – ha proseguito il tecnico rossoblù – ma allo stesso tempo c’è tanta voglia di cancellare la parentesi: c’è la volontà di tutti di riscattare la prova di domenica”. Serve anche tranquillità. “Se hai leggerezza mentale – questa l’analisi tattica e psicologica dell’allenatore – puoi costruire tante occasioni come abbiamo fatto in passato; altrimenti sei bloccato all’idea di prendere qualche ripartenze e resti contratto. E’ importante non disunirsi, anche dopo avere incassato un paio di gol: le partite si possono sempre riaprire e recuperare, e l’abbiamo dimostrato”.

L’attacco sembra già disegnato. Mentre per il centrocampo c’è ancora qualche dubbio: torna in auge l’ipotesi di Padoin centrale davanti alla difesa. Di sicuro avanti con il 4-3-1-2.

“Raramente ho finito la partita con il modulo attuato dall’inizio – ha detto Rastelli – Cambio a seconda delle esigenze della squadra. Ho portato avanti l’idea dello schieramento col trequartista convinto che ci fossero gli elementi giusti: i risultati sono arrivati, a dispetto di qualche brutta sconfitta. Dopo la gara col Sassuolo ci chiariremo meglio le idee, valuteremo la situazione degli infortunati e sonderemo eventualmente il mercato per reperire degli elementi con le caratteristiche che in questo momento ci mancano”.

To Top