Baby calciatore espulso dalla Totti Soccer School dopo testata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 novembre 2017 16:15 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2017 16:16
totti-soccer-school

Baby calciatore espulso dalla Totti Soccer School dopo testata
(foto dal sito internet ufficiale della Totti Soccer School)

ROMA – Brutto episodio alla “Francesco Totti Soccer School”. Un baby calciatore ha colpito un compagno di squadra con una testata ed è stato sanzionato con l’espulsione dalla prestigiosa società romana.

Luogo dell’aggressione, come scrive Pasqua su Il Messaggero, la prestigiosa Totti Soccer School, un centro di formazione di cui è presidente onorario lo stesso Francesco. Una scuola che non ha esitato ad espellere il piccolo bullo.

“Una decisione esemplare – sottolinea Fabio, padre della vittima, ancora sotto choc – che mi rende fiero di averlo iscritto a questi corsi di calcio, che hanno consentito a mio figlio di socializzare e di superare alcune barriere legate alla sua disabilità”.

I fatti risalgono a lunedì scorso. Andrea (il nome è di fantasia) si stava allenando in campo quando è stato affrontato da Luca (anche in questo caso il nome non è reale): la sua sola “colpa” è stata quella di essersi smarcato dall’avversario.

“Adesso mi hai stufato, ti do un calcio e ti faccio veramente male”, gli ha detto il baby-bullo. Andrea così si sposta di pochi metri e inizia, con un amico, a sfogliare delle figurine. “Luca, però, non si è rassegnato – continua il padre del piccolo – ha seguito mio figlio e lo ha colpito al volto con una testata”. Andrea è stato subito portato al pronto soccorso e qui gli è stata data una prognosi di 12 giorni:

La scuola presieduta da Riccardo Totti (fratello di Francesco) ha anche introdotto da tempo il progetto “Diamo un calcio alla disabilità”, che ha consentito di far giocare trenta bambini con disabilità: “Siamo all’avanguardia in questo senso – fanno notare dalla dirigenza – e l’espulsione dopo un fatto del genere ci è sembrata assolutamente in linea con i nostri principi”.