Calcio a 5. Dodici gol in 4 minuti, la partita fantasma che vale la Serie A

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Aprile 2015 16:06 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2015 16:06
Calcio a 5. Dodici gol in 4 minuti, la partita fantasma che vale la Serie A

Calcio a 5. Dodici gol in 4 minuti, la partita fantasma che vale la Serie A

ROMA – Venti gol in un tempo da 20 minuti. Di questi  ben 12 segnati negli ultimi 4 minuti e 49 secondi. Venti gol che valgono una insperata promozione nel campionato di serie A2 di calcio a cinque e una segnalazione alla Procura Federale per un presunto illecito sportivo. E’ una vicenda surreale quella che viene dal girone F della serie B del calcio a cinque. Si gioca l’ultima giornata e a contendersi la promozione, come racconta sul Fatto Quotidiano Andrea Tundo, sono rimaste due squadre pugliesi: il Cisternino e il Sammichele.

Sabato 4 aprile il torneo arriva all’ultima giornata. Baresi del Sammichele e brindisini del Cisternino sono entrambe a quota 52. Ne passa soltanto una, se entrambe vincono la loro ultima partita, conterà la differenza reti. E prima dell’ultimo atto il dato vede favorito il Cisternino che ha un saldo migliore di 4 gol rispetto al Sammichele. Ma manca una partita. Il Cisternino gioca in trasferta sul campo  del Fata Morgana, una squadra già salva. Il dislivello tecnico è chiaro: alla fine del primo tempo, il punteggio è 6-1. Per il Sammichele la partita è più ostica: giocano a Crotone, contro una squadra che deve ancora conquistarsi la salvezza. I calabresi alla fine del primo tempo sono sotto ma lottano: 3-5. Sta di fatto che con i parziali  la differenza reti tra le due squadre si allarga fino a un +7 per i brindisini.

Nella ripresa succede l’imponderabile. Il Cisternino chiude la sua partita per 10 a 2. Il Sammichele, invece, fa la partita della vita: segna 20 gol in un tempo, 12 in meno di 5 minuti. Un record, osserva Tundo, per una squadra che massimo ne aveva segnati 11 in una partita. Soprattutto la goleada arriva quando, per una combinazione di risultati, il Crotone sa di essere salvo anche in caso di sconfitta. Morale della favola: con il 25-3 finale il Sammichele rovescia la differenza reti a suo favore e ottiene la Serie A.

C’è dell’altro. La partita tra Crotone e Sammichele è al momento una “partita fantasma”. In epoca di streaming e smartphone non esistono né filmati, né telecronaca integrale, né highlights della gara. Curiosità: a Crotone c’è una tv locale che trasmette le partite della squadra di casa. Ma non ci sono, per un “problema tecnico”, proprio gli ultimi 7 minuti. Curioso.

Al Fatto Quotidiano il Sammichele dice che in quei 20 gol in 20 minuti non c’è assolutamente nulla di strano:

“Abbiamo giocato con il portiere di movimento un intero match dai valori tecnici profondamente diversi. E sapevamo che l’unico modo per provare a ribaltare la differenza reti era attaccare sistematicamente. Nulla di strano”

Resta da capire se anche la Procura Federale, dopo la denuncia del Cisternino, la penserà allo stesso modo.