Calcio, agente di Balotelli duro su Totti: “Se non smentisce le offese è razzista”

Pubblicato il 7 Maggio 2010 15:17 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2010 15:26

Francesco Totti

«Fino a che Totti non viene a dirlo a me che non ha offeso Mario io non ci credo, per me rimane un razzista. Comunque Francesco non può picchiare un calciatore da dietro: Totti ha fatto delle scorrettezze a tutte le squadre d’Italia, può giocare solo all’Olimpico».

Mino Raiola, il procuratore di Balotelli, non si ferma e continua la polemica a distanza con il capitano della Roma parlando ai microfoni dell’emittente romana ‘Centro Suono Sport’. «Ho già detto – continua Raiola su Totti – che se lui pensa a quello che ha detto, è un razzista. Lui deciderà quello che é. Il modo in cui lo ha chiamato. Sul Corriere dello sport (il pezzo scritto dal capitano della Roma) sembra che lui non ha sbagliato, è un articolo che non mi piace. Mario ha detto ‘smettila di darmi i calci, non fare il bambino’ e basta.

Totti ha programmato il calcio a Mario, lo ha detto lui stesso. Ha perso la testa».

Ma perché Raiola non è intervenuto allo stesso modo, per difendere Balotelli, quando l’attaccante è stato picchiato dal compagno di squadra Materazzi, dopo Inter-Barcellona? «Se Materazzi ha compiuto un gesto da ignorante – risponde Raiola – allora deve farlo anche Totti? Non c’entra Materazzi con la situazione fra Totti e Balotelli, quando è successo sono andato duro anche su Materazzi».