Sport

Calcio: amichevoli estive che finiscono in rissa, 3 casi in 5 giorni

Per la terza volta in cinque giorni un’amichevole estiva con protagonista una squadra italiana è finita in rissa. Stavolta è toccato al Brescia, impegnato a Storo, in Trentino, contro il Larissa. Due espulsi, entrambi nelle file dei greci, tutti-contro-tutti al fischio finale dell’arbitro e alcuni tifosi bresciani presenti sulle tribune che scavalcano la recinzione per cercare di raggiungere i calciatori della squadra avversaria.

Sabato a Pinzolo, sempre in provincia di Trento, era stata sospesa al 70′ Catania-Iraklis, ancora una volta una formazione italiana contro una greca: dopo l’espulsione dell’argentino del Catania Barrientos, calci e spintoni e arbitro che manda tutti negli spogliatoi anticipatamente.

Mercoledì scorso, infine, il primo episodio di calcio violento dell’estate: Cagliari-Bastia a Villacidro, nel cagliaritano, era stata fermata dal direttore di gara al 76′ per una rissa scoppiata tra i padroni di casa e gli avversari francesi.

To Top