Calcio amichevoli. Sampdoria sconfitta a Colonia 2-0, squadra inesistente

Pubblicato il 7 agosto 2010 18:31 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2010 18:45

Sconfitta senza attenuanti per la Sampdoria impegnata questo pomeriggio a Colonia. A dieci giorni dall’andata dei preliminari di Champions League contro il Werder Brema, i blucerchiati hanno mostrato una forma tutt’altro che ottimale, inchinandosi ad un Colonia nettamente superiore, in particolare nella prima frazione.

La squadra di Mimmo Di Carlo, come già era accaduto in Portogallo contro il Porto, ha sbagliato l’approccio alla gara e nell’arco di mezz’ora si è ritrovata sotto di due reti, senza peraltro essere riuscita ad impensierire i padroni di casa. Il mese di lavoro nel ritiro trentino si è fatto sentire e la differenza di passo in campo ha premiato la compagine renana.

Il tecnico di Cassino ha schierato quella che per dieci undicesimi potrebbe essere la formazione titolare, con la sola novità Da Costa in porta, considerando che Curci è rientrato a Genova per recuperare dall’infortunio subito in Spagna. Tedeschi in rete gia’ all’8′ con Novakovic, bravo a sfruttare un errore difensivo di Gastaldello e segnare il gol del vantaggio, poi legittimato con alcune buone azioni e con una Sampdoria che ha faticato ad uscire dalla propria metà campo. Poco dopo la mezz’ora il raddoppio con Freis che ha recuperato un pallone perso da Cassano, è arrivato in area e ha tirato a botta sicura.  Da Costa ha respinto ma il più veloce a riprendere il pallone è stato ancora una volta l’attaccante di casa che ha insaccato.

Nella ripresa Di Carlo ha inserito Guberti per Mannini e la squadra ha mostrato segnali di vivacità. L’ingresso dell’ultimo acquisto ha portato la Samp a rendersi pericolosa. Nell’arco di pochi minuti intorno al 20′ i blucerchiati infatti hanno fatto segnare sul taccuino ben tre occasioni, la prima delle quali ha visto protagonista proprio l’esterno neoentrato: Guberti ha controllato un pallone difficile sulla sinistra, ha saltato un avversario e ha provato il tiro impegnando seriamente Mondragon.

Queste sono state le uniche azioni degne di nota dei blucerchiati, mentre nel finale la classica girandola di cambi da parte di entrambe le squadre non ha variato il risultato. La Sampdoria è scesa in campo con Da Costa (25′ st Fiorillo); Stankevicius (33′ st Cacciatore), Gastaldello (33′ st Rossini), Lucchini, Ziegler (40′ st Volta); Semioli (33′ st Padalino), Palombo (40′ st Foti), Poli (25′ st Obiang), Mannini (1′ st Guberti); Cassano (33′ st Koman), Pazzini (25′ st Pozzi).