Calcio, camorra e scommesse: fermato Biancone, ex attaccante dell’Avellino

Pubblicato il 15 Ottobre 2010 14:22 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2010 14:24

Tra le persone fermate nell’operazione dei carabinieri contro i clan stabiesi c’è l’ex attaccante dell’Avellino Cristian Biancone, 33 anni, che in passato giocava nel Sorrento: è accusato di aver truccato la partita Sorrento-Juve Stabia del 5 aprile 2009 per agevolare il clan camorristico dei D’Alessandro, che gestiva un giro di scommesse clandestine.

L’incontro terminò 0 a 1. Secondo l’accusa, Biancone convinse anche il portiere, Vitangelo Spadavecchia, a falsare il risultato; in cambio, Spadavecchia, che e’ indagato a piede libero, ricevette, secondo l’accusa, 25.000 euro.

Biancone, dopo aver giocato nella stagione 2009-2010 nell’Avellino in serie D, era attualmente svincolato.