Calcio, diritti tv: Lega ha garantito la concorrenza

Pubblicato il 24 maggio 2010 10:34 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2010 10:52

Conto Tv non ha “sofferto particolari svantaggi nella teorica possibilità di accedere” al pacchetto che ha assegnato i diritti per trasmettere le partite.

Lo scrive il giudice civile Claudio Marangoni nelle motivazioni del provvedimento con cui ha respinto il ricorso dell’emittente toscana, che chiedeva di sospendere gli effetti del contratto fra la Lega Calcio e Sky per la trasmissione delle partite delle prossime due stagioni. Nelle 28 pagine il magistrato, in sostanza, spiega che nel bando di gara di assegnazione dei diritti per le partite di serie A è stata garantita in modo sufficiente la concorrenza e la possibilità anche per gli operatori televisivi più piccoli di accedere ai diritti, potendosi mettere insieme.

“Non pare – scrive il giudice – che la ricorrente (Conto Tv, ndr) al di là delle differenze di dimensioni finanziarie ed organizzative innegabilmente esistenti rispetto alla concorrente Sky Italia Srl, abbia sofferto particolari svantaggi” nella possibilità “di accedere allo stesso pacchetto platinum live, per ciò che riguarda in particolare il suo profilo tecnico-organizzativo”.