Calcio, Lotito: “La Lazio non è in vendita”

Pubblicato il 6 Febbraio 2010 15:17 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2010 16:30

«La Lazio non è in vendita. Ho il 67% delle azioni della società e non ho alcuna intenzione di mollare: ribadisco a tutti che Lotito non vende».

Il presidente della Lazio smentisce qualunque ipotesi di una possibile cessione della società biancoceleste e nel corso della presentazione ufficiale di Biava, Dias e Hitzlsperger si toglie qualche sassolino dalle scarpe.

«I soldi spesi per la Lazio sono tutti del sottoscritto, e non sono frutto di cartolarizzazioni e crediti – ha aggiunto – Non ci sto a questo sciacallaggio politico in vista delle elezioni. La mia unica colpa è la troppa generosità. Amo questa società e la devo difendere da tutti. Posso essere antipatico ai mezzi di informazioni, ma ho sempre fatto gli interessi della Lazio e mai quelli personali».

Non è mancata una frecciatina contro la vecchia gestione della Lazio di Cragnotti. «Il club adesso ha una proprio autonomia con le istituzioni e a livello di credibilità. Prima era oggetto di scippo, vedi Nesta e Crespo, per colmare debiti di bilancio. Oggi non si sarebbe mai iscritta al campionato».

Nessuna novità sull’israeliano Golasa, ma il presidente Lotito ribadisce di essere nel giusto e di essere pronto a rivolgersi alla Fifa. «Sta al giocatore stabilire quello che vuole fare da grande – ha ammesso – Il primo contratto da professionista l’ha stipulato con la Lazio, altrimenti non ci saremmo mai permessi di contattarlo. Siamo fiduciosi nelle istituzioni, anche se in passato abbiamo preso qualche batosta»

Poi un passaggio su Ledesma: «Da parte mia non c’è nessun problema personale – ha detto Lotito – ma ora sta a lui decidere cosa vuole fare».