Calcio/ Audi Cup, Milan-Bayern Monaco: le probabili formazioni. Leonardo deve riscattare il KO nel derby

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Luglio 2009 10:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 10:57
Il Milan sfida il Bayern Monaco per l'Audi C

Il Milan sfida il Bayern Monaco per l'Audi Cup

Monaco di Baviera- Manchester United, Milan e Boca Juniors sfideranno i padroni di casa del Bayern Monaco per conquistare l’Audi Cup. Il torneo tedesco è considerato una delle competizioni estive più prestigiose.

Si inizia alle ore 18.30 con la sfida tra i campioni d’Inghilterra, e vice campioni d’Europa, del Manchester United e gli argentini del Boca Juniors.

Gli inglesi, dopo le cessioni di Cristiano Ronaldo e Tevez, sono in un periodo di transizione. In queste prime amichevoli sta tenendo alto il nome dell’Italia Federico Macheda.

Il 17enne romano ha realizzato 3 gol nelle prime tre amichevoli stagionali. Bottino di tutto rispetto per lui. Gioventù ed esperienza: questo è il mix vincente di Sir Alex Ferguson.

Il clou arriva questa sera, ore 20.30, quando i padroni di casa del Bayern Monaco ospiteranno il Milan. Leonardo è chiamato ad un pronto riscatto dopo lo scivolone del derby. Due formazioni rivoluzionate, due pacchetti difensivi quantomeno ‘allegri’: lo spettacolo non dovrebbe mancare.

Milan- Leonardo è scontento e non fa nulla per nasconderlo. Il presidente Berlusconi vuole puntare, esclusivamente, sui giovani, il tecnico brasiliano non è dello stesso orientamento. Inoltre Leonardo, mostrando grande personalità, ha fatto notare al suo presidente come anche Dzeko e Cissokho fossero giovani.

Parlando della partita, il tecnico ha solo un risultato a sua disposizione: la vittoria. Analizziamo la formazione:

Portiere e Difesa- Bocciato Kalac, Dida ed Abbiati out, si punta sull’ex Fiorentina Storari. In difesa fiducia a Zambrotta e Jankulovski, sulle fasce, e a Onyewu e Thiago Silva al centro. Leonardo ha reputato sensato, per non perderli da un punto di vista psicologico, rinnovare a loro la fiducia. Nesta, unica certezza del Milan, non ha di certo bisogno di provini.

Centrocampo- Serve una diga mediana per garantire a Ronaldinho libertà d’azione. Le scelte di Leonardo ricadono su Ambrosini, Flamini e Pirlo. Chiave il ruolo del francese ex Arsenal. Flamini dovrà aiutare Ambrosini in fase di copertura e garantire a Pirlo e Ronaldinho palloni giocabili per servire le punte. Dinamismo e muscoli al servizio del brasiliano.

Attacco- Ancora riposo per Filippo Inzaghi. Fiducia a Pato, non convocato da Dunga per la prossima gara del Brasile, e a Zigoni. L’ex Albinoleffe prende il posto di Borriello. Leonardo non stravede per il centravanti napoletano e lo boccia in questo importante match di coppa.

Il tecnico brasiliano è stato, invece, favorevolmente impressionato dal giovane Zigoni. Il ragazzo, nelle precedenti amichevoli Usa, si è mosso molto bene ed ha colpito anche un palo contro il Club America.

Milan (4-3-1-2): Storari- Zambrotta, Onyewu, Nesta, Jankulovski- Ambrosini, Flamini, Pirlo, Ronaldinho- Zigoni, Pato- Allenatore: Leonardo.

Bayern Monaco- Louis Van Gaal, dopo la trionfale esperienza all’Az Alkmaar, è chiamato all’arduo compito di rilanciare il Bayern Monaco. Traumatica l’esperienza Klinsmann per i bavaresi. Nel Bayern è cambiato tutto: giocatori e modulo tattico. Analizziamo nel dettaglio la formazione:

Portiere e difesa- Jorg Hans Butt, celebre portiere rigorista: più di 30 gol in Bundesliga, tra i pali dà più garanzie di Rensing. In difesa, dopo la cessione di Lucio all’Inter, agiranno Lahm, Van Buyten, Badstuber e Braafheid. Due colonne del vecchio Bayern più due nuovi acquisti.

Centrocampo- 4 gli uomini schierati nella fascia mediana del campo: 3 centrocampisti centrali più un trequartista. Altintop, nazionale turco, agirà sul centro destra, Pranijic, bosniaco, agirà sul centro sinistra. Van Bommel sarà il punto di riferimento centrale dei bavaresi. Nella trequarti campo spazio alla fantasia e alle invenzioni del funambolo argentino Sosa. Van Gaal punta molto sull’estro del nazionale argentino.

Attacco- Potenza, fisicità, senso del gol e notevole capacità aerea: queste le caratteristiche del duo offensivo Gomez-Muller. Lo spagnolo, naturalizzato tedesco, è stato acquistato per una cifra di 20 milioni di euro dai rivali dello Stoccarda, il giovane centravanti, solo 18 anni per lui, è chiamato a conferme dopo le ottime prestazioni nella scorsa stagione. Ricordiamo la rete allo Sporting Lisbona negli Ottavi di Finale di Champions League.

Bayern Monaco (4-3-1-2): Butt- Lahm, Van Buyten, Badstuber, Braafheid- Pranijic, Van Bommel, Altintop, Sosa- Gomez, Muller- Allenatore: Van Gaal

Il programma- Semifinali: Manchester United-Boca Juniors, Bayern Monaco-Milan. Le vincenti si affronteranno, domani ore 20.30, per la Finale 1° e 2° posto, mentre le perdenti si affronteranno, domani alle 18.30, per la Finale 3° e 4° posto.