Calcio serie A: Napoli-Genoa 0-0

Pubblicato il 30 Gennaio 2010 22:44 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2010 23:05

La voglia del Napoli non basta. Al San Paolo contro il Genoa finisce 0-0 e i rimpianti sono tutti dei partenopei.

La squadra di Mazzarri ci ha provato, ha pure giocato una gran bella partita, ma la difesa rossoblù ha tenuto. Ha vacillato più di una volta ma non si è mai fatta superare.

Poi due pali e un paio di episodi dubbi in area rossoblù che hanno fatto infuriare il presidente De Laurentiis.

Il San Paolo è una bolgia e il Napoli parte alla grande. Il Genoa è sulla difensiva e un atteggiamento un po’ troppo timido consente ai partenopei di alzare il ritmo.

Il primo pericolo per Amelia arriva dopo pochi minuti: traversone di Maggio dalla destra, Moretti va a vuoto e un intervento scoordinato di Dainelli manda la palla sul palo.

Gasperini trema, ma il suo Genoa soffre la pressione dei centrocampisti del Napoli e non riesce a produrre gioco.

Mazzarri capisce che il momento è favorevole e chiede ai suoi di aumentare la pressione. Hamsik di petto libera Denis, ma il suo destro è da dimenticare. Come quello di Quagliarella poco dopo.

Va meglio a Cannavaro, ma il suo destro dal limite si stampa sulla traversa con Amelia battuto.

Il Genoa è tutto in una conclusione dalla lunga distanza di Criscito.

Nella ripresa entrano in scena i laser. Dalle tribune le luci verdi disturbano i giocatori del Genoa. Il quarto uomo minaccia la sospensione della gara.

Poi tanto Napoli e poco, pochissimo Genoa. Finisce 0-0 e i rimpianti sono tutti della squadra di Mazzarri. L’Europa rischia di allontanarsi.