Calcio, Parma rinasce con Barilla: Nevio Scala nuovo presidente

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2015 13:57 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2015 13:57
https://www.blitzquotidiano.it/sport/scozia-scala-allenatore-nazionale-calcio-173178/

Scala nella foto LaPresse

PARMA – Lunedì nascerà il Parma Calcio 1913: Barilla, il re della pasta, tra gli 8 azionisti. Si riparte dalla Serie D, gli imprenditori affiancati dall’azionariato popolare. Nevio Scala, figura storica del Parma, sarà il nuovo presidente. Ne parla La Gazzetta dello Sport con Andrea Schianchi.

Rinascimento parmigiano. Lunedì mattina, nello studio di un notaio, verranno apposte le firme per sancire l’operazione, e così il calcio a Parma non morirà. Al comando di quest’avventura, in qualità di presidente, un uomo che da queste parti è considerato un monumento: Nevio Scala. Con lui in panchina, dal 1989 al 1996, il club gialloblù ha conquistato la promozione in Serie A (1990), ha vinto la Coppa Italia (1992), la Coppa delle Coppe (1993), la Supercoppa Europea (1994) e la Coppa Uefa (1995). Fallito il Parma Football Club, grazie alla disastrosa ingegneria finanziaria della coppia Ghirardi-Leonardi (sulla quale la magistratura continua a indagare), il nome della nuova società sarà Parma Calcio 1913.

Sono otto i finanziatori del progetto: Guido Barilla (presidente dell’omonima multinazionale alimentare), Paolo Pizzarotti (costruttore, nessuna parentale col sindaco), Mauro Del Rio, Giampaolo Dallara (titolare dell’omonima casa automobilistica, un tempo attiva anche in F1) Marco Ferrari, Angelo Gandolfi, Giacomo Malmesi e Parmalat. Tutti questi soggetti, che dovrebbero avere un posto in CdA, avranno lo stesso numero di azioni della NewCo Uno e arriveranno a formare un capitale di circa 2 milioni di euro. Ma c’è un aspetto ancora più rilevante e romantico di questo progetto: il cosiddetto “azionariato diffuso”. Si raccoglieranno finanziamenti liberi (quote a partire da 500 euro): i tifosi, dunque, potranno intervenire direttamente nel capitale attraverso un’altra società denominata NewCo Due, di cui si è già tenuta un’affollata assemblea. L’iscrizione alla Serie D è sempre più vicina. E questa volta sarà grazie al lavoro e all’aiuto di tutti.