Sport

Calcio: Pelè telefona al giovane campione Neymar per farlo restare in Brasile

Il Santos non si rassegna, e farà di tutto per far rimanere il suo giovane asso Neymar in Brasile, nonostante la corte sfrenata del Chelsea. Così a fianco del club scende in campo il suo miglior calciatore di sempre, ovvero ‘O Rei’ Pelè, che telefonerà al suo presunto erede per convincerlo a rimanere in patria.

Pelè chiederà anche di parlare con Neymar senior, ovvero il padre del ragazzo, al quale fa anche da procuratore assieme all’impresario Wagner Ribeiro. Quest’ultimo ha già ricevuto minacce di morte via Twitter, perchè ritenuto colui che, più di tutti, vuole convincere il 18enne nuovo astro brasiliano a traferirsi a Londra.

Il presidente del Santos, Luis Alvaro de Oliveira Ribeiro, è convinto che la telefonata di Pelè possa ottenere l’effetto sperato (”gli farà capire che prima di partire è meglio che sia ancora l’idolo del Santos e che vinca qui altri titoli”). Intanto ha ottenuto l’appoggio del Ministro dello sport Orlando Silva, convinto anche lui che Neymar non debba lasciare il Brasile: lo considera un patrimonio importante per lo sport del paese che ospitera’ i Mondiali del 2014 e (a Rio) le Olimpiadi del 2016, ed un esempio per milioni di ragazzi.

Inoltre è il simbolo del nuovo corso, quello del calcio-spettacolo, della Seleçao che fra quattro anni dovrà per forza riconquistare il titolo iridato. ”Per consolidare questa immagine”, secondo il Ministro, che telefonerà anche lui a Neymar senior, l’attaccante del Santos deve rimanere nel suo paese, rinunciando per ora alle ricche offerte che gli arrivano dall’estero.

Ma lo stesso Santos conta poi sull’appoggio di Robinho, che con Neymar ha appena vinto la Coppa del Brasile dopo aver conquistato il titolo paulista. Anche lui parlerà al giovane ex compagno, per spiegargli che il denaro non è tutto, che per diventare ricchi c’è sempre tempo e che non deve fare come lui, che si è fatto attirare dai milioni dello Sceicco del Manchester City per poi ritrovarsi a fare la riserva.

Oggi in serata (ora brasiliana) ci dovrebbe essere una riunione fra Neymar, suo padre, il procuratore e la dirigenza del Santos, in cui si discuterà di un possibile adeguamento contrattuale, ma anche dell’offerta di 30 milioni fatta dal Chelsea. Il Santos coglierà l’occasione per ricordare che la clausola rescissoria del contratto del calciatore è di 35 milioni, ma Ribeiro sostiene che, in base ad un accordo sottoscritto con la vecchia dirigenza del ‘Peixe’, il suo assistito può liberarsi già adesso.

To Top