Sport

Calcio, rassegna stampa 17 ottobre: Icardi arma letale

ROMA – Tutte le principali news di calcio e tanto altro sui giornali sportivi di oggi, martedì 17 ottobre.

Con Mauro Icardi apre la Gazzetta dello Sport che in prima pagina titola “L’arma letale dell’Inter fa gol da album dei sogni”. Il centravanti nerazzurro è sempre più il trascinatore della squadra, tanto che contro il Milan ha realizzato 3 gol che sono valsi la vittoria. In Europa Icardi segna ogni 2,56 tiri e spesso contro le grandi squadre. Il quotidiano poi riporta due interviste: una a Milito e una a Salvatore Bagni. L’ex attaccante dell’Inter e della nazionale argentina dice che Icardi gli ricorda Crespo per il senso del gol e,anche se siamo all’inizio del campionato, già si intravedono i segnali di chi può vincere lo scudetto. L’ex difensore del Napoli, Bagni spiega che i partenopei costruiscono reti col gioco di squadra.

“Il Bello d’Europa” sulla prima pagina di Corriere dello Sport per indicare la sfida di stasera tra il Manchester City e il Napoli. Secondo il quotidiano i punti chiave della sfida saranno soprattutto gli allenatori, Guardiola e Sarri. Lo spagnolo è il maestro del tiki-taka e, nonostante sia relativamente giovane, ha fatto grandi successi. Maurizio Sarri spiega che Pep è il più forte al mondo, “ma ce la giocheremo”.

Sempre Champions sulla Gazzetta dello Sport che dedica un titolo alla sfida tra Sporting Lisbona e Juventus. Per i bianconeri torna in campo Pjanìc nel ruolo di regista. Un ritorno che potrebbe rappresentare la svolta della Juve, dopo la sconfitta contro il Napoli e il conseguente terzo posto in Serie A. Massimiliano Allegri si affiderà a Cuadrato e Alex Sandro per le fasce (destra e sinistra) di centrocampo.

Verso Russia 2018 titola la prima pagina di Tuttosport, che da spazio al sorteggio delle nazionali che l’Italia dovrà affrontare. Nella svizzera Zurigo a partire dalle 14 l’Italia saprà chi sarà la rivale agli spareggi fra Grecia, Svezia, Irlanda del Nord e Irlanda del Sud. Essere ai playoff per gli azzurri è stata decisamente una sconfitta e, dopo il risultato di 1-0 contro l’Albania, tante critiche sono piovute sul ct Giampiero Ventura. La Nazionale è comunque prima fra le squadre dei playoff.

Di crisi rossonera si occupa la Gazzetta dello Sport che cita gli acquisti che poi si sono rivelati se non dei flop, quantomeno non all’altezza delle aspettative. Uno su tutti è Leonardo Bonucci, che dopo l’oneroso trasferimento dalla Juventus ha deluso e causato danni al Milan nella difesa. Un altro è Kessiè, centrocampista che in campionato ha brillato contro la Spezia, ma ha fatto male contro la Lazio e così e così contro l’Inter. Il tecnico Vincenzo Montella è sempre più in discussione, anche se ha dichiarato che continuerà con lo stesso sistema di gioco.

“La Roma si rifà il trucco in difesa. L’infortunio di Manolas provoca inevitabili scosse di assestamento nel reparto arretrato giallorosso”. Così il quotidiano romano, Il Tempo racconta le vicende dei giallorossi in partenza per Londra dove giocheranno domani sera contro il Chelsea. Manolas è uscito per un problema muscolare contro il Napoli e dovrà star fermo per 3-4 settimane. In attacco spazio a Fazio, Dzeco e Perotti. “Non vediamo l’ora di giocare – le parole di Baldissoni a margine dell’evento Forum Sport e Business – in Champions la corsa la facciamo su noi stessi perché i punti li dobbiamo fare noi”.

Sempre più giù il Benevento che nel posticipo di ieri ha perso contro il Verona. Ne parla Corriere dello Sport che spiega che i veneti hanno vinto grazie a una rete di Romulo. “Siamo andati in ritiro per conoscerci, la squadra si è ritrovata all’ultimo, abbiamo avuto situazioni che non ci hanno consentito di lavorare a pieno organico”, ha detto il tecnico dei campani, Baroni. “E’ chiaro-ha detto- che la mancanza di risultati si fa sentire, ma ho visto una squadra che non ha mai rinunciato a giocare”. Sull’espulsione di Antei dichiara che si è trattata più di un’ingenuità che di una dimostrazione di cattiveria.

To Top