Sport

Calcio, rassegna stampa 5 ottobre: l’Italia si gioca il Mondiale

Tutte le principali news sul calcio nei giornali italiani di oggi, giovedì 5 ottobre.

Si apre con un’inchiesta sui contratti dei top-player delle grandi di Serie A la prima pagina della Gazzetta dello Sport. Oltre a stipendio e benefit, i calciatori hanno anche una cifra per l’uscita dalla squadra di appartenenza. Quella più alta è del centravanti interista Mauro Icardi che ammonta a 110 milioni. Se invece Daniele Bellotti o un club volesse estrapolarlo dal Torino dovrebbe versare 100 milioni nelle casse di Cairo. Per tenersi stretto il proprio portiere, il Milano ha stabilito 70 milioni per Gigi Donnarumma. Inferiori i prezzi di uscita di Zieliński (65 milioni) e Peresic (60 milioni).

Con la partita degli azzurri in arrivo, il Corriere dello Sport titola: “La doppia Italia di Ventura”. Il ct, che sta definendo gli ultimi dettagli, con la Macedonia sceglie il modulo 3-4-3 dove Candreva quasi sicuramente lascerà il posto da titolare a Verdi. Proprio ieri Ventura ha detto che per il nerazzurro non si tratta di una bocciatura. In Albania però passerà al 4-2-4 che nella scorsa partita contro la Spagna è stato da molti criticato, tanto che la partita è finita con tre reti di vantaggio per gli spagnoli. Il campionato sta parlando chiaro e le uniche certezze di questa Nazionale sono Ciro Immobile e Lorenzo Insigne.

Il Napoli si sta dimostrando l’anti-Juventus: primo in classifica; ottime prestazioni in Champions; tanti giocatori di qualità. In un’intervista a Tuttosport l’ex dirigente di Udinese, Napoli e Atalanta, Pierpaolo Marino dichiara che Sarri e Allegri possono giocarsi lo scudetto. “La Juve ha ancora tante carte da giocare- ha dichiarato-, ma se il Napoli impara a gestire i momenti no, stavolta può farcela”.

Tra le rivali della Juventus per il titolo di campione d’Italia ci sono il Napoli, la Lazio e poi la Roma. Con la nomina di Eusebio di Francesco gli obiettivi dei giallorossi non cambiano e Corriere dello Sport nel suo richiamo dal nome “Pienone scudetto”, mette in evidenza le ultime partite di calendario fra cui Roma-Napoli. Il match si giocherà il 26 ottobre prossimo ed è grande la sua valenza nel calcio. Entrambe le squadre hanno tanto soluzioni offensive, di manovra e in difesa. Sono previsti allo stadio Olimpico 50.000 spettatori.

Per il Genoa è momento difficile, tra partite perse e contestazioni. In un’intervista al Secolo XIX, il presidente, Enrico Preziosi dice che punterà su Giorgio Perinetti come prossimo direttore generale. “Nominino tre commercialisti, potranno entrare nel cda e valutare i bilanci e gli sforzi che la mia famiglia fa per il Genoa”, ha detto il proprietario del Genoa. Dalla tifoseria erano arrivate accuse di poca chiarezza nel bilancio aziendale. Dichiara poi che il club, dopo l’annuncio dato lo scorso aprile, è sempre in vendita.

Per rilanciarsi il difensore olandese, Gregory Kurtley van der Wiel ha scelto Cagliari. Il ventinovenne nella sua carriera ha visto luci e ombre: ha militato in squadre prestigiose come Ajax e Paris Saint-Germain; ha giocato una finale (persa) mondiale con la nazionale arancione; ha vissuto la scorsa stagione con il Fenerbache in pachina. Arrivato in Sardegna con una caviglia rotta, da qualche giorno si è ripreso dall’infortunio e all’Unione sarda il giocatore ha detto di essere felice di tornare a disposizione. Il punto nelle pagine dello Sport.

Gli scontri per l’indipendenza in Catalogna si ripercuotono anche nello sport. Il caso più emblematico riguarda il difensore del Barcellona, Gérard Piqué che in questi giorni, come tanti altri giocatori, si sta allenando con la propria nazionale in vista delle qualificazioni mondiali. Ieri, dopo l’allenamento ha tenuto una conferenza stampa dove ha espresso il suo parere sul referendum di domenica scorsa. “Voglio l’indipendenza catalana- ha scritto la Gazzetta dello Sport- ma darò tutto per la nazionale”. Negli allenamenti Piqué ha corso e calciato come se fosse un giorno come gli altri, mostrandosi sereno con i compagni.

Oggi riprendono le corse ciclistiche e Tuttosport ne dedica una notizia. A fondo pagina fra le altre notizie cita il programma di oggi della Milano-Torino con tanti nomi a contendersi il titolo. Oltre a Nibali, Pinot e Landa, corre anche Fabio Aru. Al quotidiano ha dichiarato che pedalerà forte e che vale il podio.

L’Nba sta sempre più entrando nel vivo e Gazzetta.it ne parla con un pezzo di Simone Sandri dove descrive la cronaca delle ultime partite. Fra queste Atlanta Hawks- Cleveland Cavaliers finita 109-93, complice l’assenza di Lebron James. Perde in casa Philadelphia contro Memphis e i Mevericks di Dalls vincono a Chicago per 118-71. Marco Belinelli, che ha disputato un ottimo Europeo con la Nazionale, è fermo per infortunio.

Cresce l’attesa per il Gran premio di Formula 1 che si correrà domenica prossima e Corriere dello Sport spiega che il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton teme i rivali della Ferrari. “Ferrari al top. Hamilton trema”, si legge in un taglio basso. Hamilton osserva che le vetture rosse danno un secondo al giro. Proprio in casa Ferrari si respira un clima di sollievo dopo l’incidente della scorsa gara.

To Top