Calcio scommesse, Bonucci: “La verità verrà a galla”. Ma parlava di Criscito

Pubblicato il 28 Maggio 2012 21:20 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2012 23:03

PARMA – Leonardo Bonucci, indagato nella vicenda del calcio scommesse, ha quasi presagito che la vicenda non fosse conclusa dopo i primi provvedimenti. Prima di sapere di essere indagato ha scritto su FacebooK: ”La verità verrà a galla e chi non ha colpe ne uscirà più forte di prima”. Questa frase è stata però scritta prima che venisse ufficializzato che anche lui, come Domenico Criscito, è iscritto nel registro degli indagati.

”In partenza per Parma – ha scritto infatti il difensore della Juve – con un po’ di tristezza per quello che è accaduto stamani, ma purtroppo si deve guardare avanti. Consci che la verità verrà a galla e chi non ha colpe ne uscirà più forte di prima”.

Durante il ritiro della nazionale Bonucci era stato decisamente più laconico: ”Tutto a posto”, era stata l’unica frase pronunciata dopo l’allenamento. Il ct Cesare Prandelli ha confermato la sua convocazione tra i 23 per Euro 2012, nonostante le indagini in corso

Bonucci – ha riferito Prandelli – si è detto sereno perché di quelle cose aveva già risposto alla procura di Bari. Sul campo del Tardini si è regolarmente allenato tra i titolari, poi è sfilato via dallo spogliatoio, cupo in volto.