Calcio scommesse, il Cesena: "Sorpresi"

Pubblicato il 8 Giugno 2011 14:21 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2011 14:37

CESENA – ”Sorpresi” per il nome del Cesena comparso nei dialoghi tra Gianfranco Parlato e Massimiliano Erodiani – due dei principali indagati nella vicenda del calcioscommesse – e pronti ad ”agire nelle sedi competenti”. Reagiscono cosi’, i vertici bianconeri, dopo la pubblicazione sulla stampa di stralci delle conversazioni tra Parlato e Erodiani in cui si fa riferimento alla gara tra la squadra romagnola e il Chievo, finita 1-0 per il Cesena – non come avevano previsto gli scommettitori – e in cui viene tirato in ballo anche l’ex arbitro Treossi ora team manager cesenate.

”Siamo sorpresi di essere chiamati in causa da questi personaggi – viene osservato dai vertici romagnoli – riscontrando anche che non ci sono coinvolgimenti diretti di tesserati bianconeri. E’ sufficiente comunque aver visto la partita per capire che tipo di gara sia stata – viene aggiunto -: noi dovevamo assolutamente vincere. Anche il nome di Fiorenzo Treossi viene soltanto dedotto: stiamo valutando se agire nella sedi competenti nei confronti di chi ha fatto in questo caso il nome del Cesena”.

In una stringata nota ufficiale, la societa’ romagnola ha poi aggiunto che ”in riferimento alle notizie apparse oggi sugli organi di stampa il Cesena Calcio ribadisce la completa estraneita’ ai fatti contestati.  Abbiamo gia’ dato mandato ai nostri legali – conclude la nota – per tutelare il buon nome della societa’ nelle sedi piu’ opportune”.