Calcio scommesse. La Juve rischia di perdere Conte. La Lazio l’Europa League

Pubblicato il 28 Maggio 2012 13:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2012 13:20

Stefano Mauri della Lazio (foto LaPresse)

ROMA – No, anche se arrivassero le condanne, il 28° scudetto della Juventus è al sicuro: le eventuali responsabilità di Antonio Conte riguardano lui e il Siena, i bianconeri rischiano solo di perdere l’allenatore che li ha riportati al successo. La Lazio rischia invece per il coinvolgimento di Stefano Mauri, arrestato e Giuseppe Sculli (ora in forza al Genoa), solo indagato: se la punizione afflittiva verrà comminata sul campionato in corso dovrà dire addio alla Europa League, se al campionato 2010/2011 (l’epoca delle combine) verrà penalizzata nel prossimo campionato. Al Lecce retrocesso sul campo  in serie B, dovesse essere riconosciuta la responsabilità diretta scivolerebbe ancora più giù, in Lega Pro.

Tutto dipenderà dal ruolo che verrà attribuito dagli organi della giustizia sportiva alle squadre. L’articolo 7 disciplina l’illecito sportivo e l’obbligo di denunzia dei tesserati. Se viene riconosciuta la responsabilità oggettiva dei club, scatta l’articolo 18 che disciplina le sanzioni. Cioè le penalizzazioni. Secondo le norme federali esistono tre tipi di responsabilità contestabili alle società per illeciti sportivi: oggettiva, presunta e diretta (quando sono coinvolti i dirigenti).

Le pene per i club sono previste dall’articolo 18 del codice di giustizia sportiva. Che recita: “La penalizzazione sul punteggio, che si appalesi inefficace nella stagione sportiva in corso, può essere fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione seguente”. La pena, insomma, deve essere afflittiva. Penalizzazione di uno o più punti in classifica (peraltro la penalizzazione sul punteggio, che risulti inefficace nella stagione sportiva in corso, può essere fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione sportiva seguente); la retrocessione all’ultimo posto in classifica del campionato (in base al principio della afflittività della sanzione, la retrocessione all’ultimo posto comporta sempre il passaggio alla categoria inferiore); l’esclusione dal campionato; la non assegnazione o revoca dell’assegnazione di titoli sportivi.

Alcune società rischiano da un minimo di 3 punti in su. Se però la gara truccata ha inciso sulla salvezza, la pena richiesta potrebbe essere molto più alta (fino a 10 punti). In caso di responsabilità diretta è prevista invece la retrocessione all’ultimo posto in classifica. La Uefa di Michel Platini vieta l’iscrizione alle Coppe europee ai club condannati per illecito sportivo.

A rischiare ci sono quindi big come Lazio, Genoa, Siena, Lecce, Novara che hanno giocato l’ultimo campionato di serie A. La Procura federale aveva già deferito, per esempio, Sampdoria e Spezia perché Bertani e Carobbio ora sono anche loro tesserati, ma la loro posizione non dovrebbe destare preoccupazioni. Temono, invece, molto AlbinoLeffe e Grosseto visto che sono deferite molte volte per illeciti di cui sono accusati loro tesserati.