Calcio scommesse, pm Di Martino: “Lecce-Lazio è una partita truccata”

Pubblicato il 17 Febbraio 2012 9:34 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2012 9:34

Calcio scommesse (LaPresse)

CREMONA – Lo scandalo del calcio scommesse si abbatte sul campionato di calcio, si aggrava la situazione di alcune società di Serie A; riportiamo un interessante passaggio di un articolo de “Il Corriere della Sera“:

In un passaggio dei nuovi verbali il pm Di Martino afferma che su Lecce- Lazio (2-4) l’inchiesta ha solide certezze. Il magistrato sta interrogando Zamperini quando mette a verbale questo preambolo: «C’è un elemento che possiamo dare quasi per scontato, perché lo acquisiremo attraverso rogatoria internazionale… Noi sappiamo con certezza che Lecce- Lazio è stata oggetto di una combine; sappiamo quanti soldi sono stati dati e quante scommesse sono state puntate».

Il concetto viene ribadito dal pm nella richiesta di rogatoria inviata a Budapest il 2 gennaio: «Sono in corso in Ungheria gli interrogatori di Zoltan Kenesej e Gabor Horvath: quest’ultimo ha collaborato e ha reso dichiarazioni su Lecce-Lazio (…) Horvath avrebbe riferito anche il quantitativo di denaro versato ai giocatori del Lecce». Le dichiarazioni del «pentito» ungherese rilasciate in patria sono molto circostanziate. In particolare «ha indicato come persone coinvolte Lazslo Shultz e Gabor Borgulya», la cui presenza «è stata rinvenuta a Lecce, in occasione della partita».

Sul filone ungherese, c’è una strana coincidenza che emerge dall’analisi delle telefonate degli indagati italiani: tutti (o quasi) chiamano gli stessi numeri ungheresi. Alcune di queste utenze erano in uso a soggetti coinvolti nel giro scommesse (Shultz, Kenesej, Lazar, Strasser), le altre sono sconosciute.

Le telefonate (numerose) arrivano da Mauro Bressan, dall’esponente degli «zingari» Almir Gegic, addirittura dal grande capo dell’organizzazione Tan Seet Eng (a Singapore) e anche (tre a testa) da Beppe Signori e Stefano Bettarini. Ilievsky «alla Moggi» Telefoni bollenti. Ad Alessandro Zamperini si contano 100 mila contatti telefonici in meno di tre anni, di cui più di mille verso Mauri. Fin qui, niente di grave“.