Calcio scommesse: tornano in libertà Andrea Masiello e Gianni Carella

Pubblicato il 2 Luglio 2012 15:57 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 15:59

BARI, 2 LUG – Tornano in libertà, su decisione del gip di Bari Marco Guida l'ex difensore del Bari Andrea Masiello e il suo amico e coimputato Gianni Carella, coinvolti nell'inchiesta barese sul calcioscommesse.

Masiello e Carella erano stati arrestati il 2 aprile scorso con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva; da qualche tempo erano ai domiciliari. I legali dei due imputati hanno riproposto di recente la richiesta di patteggiamento alle stesse condizioni già rigettate l'11 giugno scorso dal gip Ambrogio Marrone (un anno e dieci mesi per Masiello, un anno e cinque mesi per Carella) o, in subordine, il rito abbreviato.

Quattro le presunte partite truccate contestate, risalenti ai campionati 2009-2010 e 2010-2011: Udinese-Bari (3-3), Bologna-Bari (0-4), Cesena-Bari (1-0) e il derby Bari-Lecce (0-2).