Calcio scommesse: le dodici partite sospette della stagione 2010/2011

Pubblicato il 3 Febbraio 2012 14:38 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2012 14:45

CREMONA – Dall’inchiesta di Cremona emergono nuovi particolari sullo scandalo del calcio scommesse. C’èra un sistema messo in campo da una banda internazionale di slavi che in diverse occasioni ha funzionato. Ci sono riscontri scientifici di telefonate e incontri, c’è insomma, materia per dire che il torneo 2010-2011 “è da considerarsi compromesso”. Dodici le partite sotto esame perchè sospette. Eccole qua:

Bari-Sampdoria 0-1: Andrea Masiello racconta ai carabinieri di essere stato avvicinato dagli Zingari per truccare la partita. E ci son le prove. Il 21 aprile, secondo un’informativa della polizia ungherese, Matyas Lazar esponente del gruppo degli zingari si trovava proprio nella zona di Bari.

Inter-Lecce 1-0: E’ la partita per cui Paoloni rischia la vita. Dà l’imbeccata agli Zingari che giocano forte: “È un over sicuro”. Ma finirà con uno striminzito 1-0. Secondo Erodiani i giocatori corrotti del Lecce erano Rosati, Ferrario e Vives. Sembra che anche quelli dell’Inter sapessero, poi non se ne fece niente.

Napoli-Sampdoria 4-0: Secondo il pentito Perumal, arrestato dalla polizia finlandese, è stata truccata dalla mafia di Singapore. “Mi ricordo che Eng parlava di un risultato 4-0. Eng ha scommesso con handicap più over”. Il Napoli dominò la gara.

Brescia-Bari 2-0: Il pentito Perumal parla anche di questo match e rivela lo sfogo di Den, furioso perchè i giocatori avevano acettato di perdere 2 a 0  e non 3 a 0. Con il secondo risultato, il capo della ‘cupola’ avrebbe incassato molto di più.

Genoa-Roma 4-3: E’ la gara in cui Marco Paoloni consiglia l’Over, citando come fonte De Rossi. Il volume di scommesse è di 2,9 milioni. Mexes, Burdisso e Totti firmano il 3-0 in 50′, poi la difesa sbanda e il Genoa rimonta e vince.

Bari-Chievo 1-2: È la partita che sancisce la retrocessione dei pugliesi. Ci lavora il gruppo che fa capo agli zingari. Andrea Masiello racconta di aver ricevuto un’offerta di denaro per fare perdere la propria squadra. La difesa del Bari prende due gol da polli.

Parma-Bari 1-2: Il Bari vince a sorpresa, nonostante sia retrocesso. Negli spogliatoi è rissa. Molti giocatori pugliesi erano stati avvicinati dagli Zingari per vendere la partita. Marco Rossi racconta che Morrone gli urlava: “Non erano questi gli accordi”.

Chievo-Sampdoria 0-0: Questa gara non compare negli atti di Cremona, ma è oggetto di un’indagine Figc. Per giorni si registra un volume di scommesse anomalo sul segno X. Il campo partorisce un pari tanto annunciato quanto noioso quasi senza tiri.

Bari-Roma 2-3: Il gruppo degli slavi, insieme con alcuni scommettitori locali e, secondo la procura di Bari, anche con l’aiuto della malavita, mette le mani anche sulla partita con la Roma offrendo denaro ai giocatori biancorossi. La partita (cinque reti in totale) termina con il più classico degli over.

Lazio-Genoa 4-2: Secondo Gervasoni gli slavi incontrarono Mauri della Lazio e Milanetto del Genoa. Il risultato concordato fu un over al primo tempo (che finì infatti 1-1). Il racconto è riscontrato dalle celle telefoniche. Ilievski il 14 maggio si trovava a Formello, poi andò all’albergo del Genoa.

Lecce-Lazio 2-4: Ilievski è all’hotel Hilton di Lecce nei giorni della partita. La gara terminò 2-4, e cioè un over 3,5, esattamente il risultato preferito dagli Zingari. “Una partita combinata da Ilievski” ha raccontato il pentito ungherese Gabor Horvath.

Brescia-Bologna 3-1: La gara è una delle più giocate. Si scommette sull’1 e sull’over. Eurobet segnala un flusso anomalo e sospende le puntate “collaterali”. Il Bologna annuncia battaglia, ma in campo non combina niente e il Brescia vince facile.