Calcio scommesse: anche Sampdoria-Brescia e Napoli-Genoa negli atti

Pubblicato il 31 Maggio 2012 16:25 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2012 16:35

CREMONA, 31 MAG – Da alcune intercettazioni agli atti dell’inchiesta di Cremona sul calcioscommesse, si evince un interessamento da parte di Safet Altic, bosniaco in contatto con il calciatore del Genoa, Giuseppe Sculli, a due partite di seria A del 2011: Sampdoria-Brescia e Napoli-Genoa. L’intercettazione e’ riassunta dagli agenti della Polizia che indagano sulle partite truccate ed e’ agli atti dell’inchiesta di cui l’ANSA e’ in possesso.

”Il giorno 10 aprile 2011, Altic Safet discute della partita Sampdoria-Brescia, valevole per il campionato di calcio di seria ‘A’; quando la partita e’ ancora in corso – annotano gli agenti – sul risultato di 2-2, Altic, evidentemente stizzito dal risultato, parlando al suo interlocutore, tale ‘Massi’, non compiutamente identificato, successivamente identificato in Leopizzi Massimo (ultras del Genoa implicato nei disordini al Marassi del 22 aprile scorso), impreca: ‘… appena vedo spacco Caracciolo…”’.

”Nella telefonata successiva, quando il risultato invece e’ sul 3 a 2 in favore del Brescia, al gol di Caracciolo, Altic si mostra soddisfatto e, rivolgendosi sempre al suo interlocutore, Massi, dice: ‘…quest’anno ti vestirai da cardinale …’, facendo riferimento a guadagni significativi”. ”Il 30 aprile dell’anno scorso Safet Altic – scrivono ancora gli agenti – dichiara di essere diretto a Roma e in un’altra telefonata intercorsa con Salvatore, soggetto non meglio identificato, prima della partita Napoli – Genova afferma: ‘che vedi a fare la partita tanto ha gia’ vinto il Napoli…’; Salvatore risponde: ‘…meglio vederla”’.