Calcio scommesse, Trapattoni: “All’estero ci deridono come mafiosi”

Pubblicato il 28 Maggio 2012 11:15 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2012 11:15

Trapattoni (LaPresse)

CREMONA  –  ‘Una notizia devastante, se la magistratura si muove e’ perche’ qualcosa di certo c’e”’. Giovanni Trapattoni ai microfoni Rai di Mattina Sport commenta cosi’ il nuovo capitolo del calcioscommesse. ”Quale potrebbe essere reazione degli Azzurri? Da un lato – dice il ct dell’Irlanda – è chiaro che certe notizie provocano malumore, ma potrebbe anche dare una molla per dimostrare il volto pulito del calcio”.

”Io che frequento l’estero da parecchi anni – afferma Giovanni Trapattoni ai microfoni Rai di Mattina Sport soffermandosi sulle vicende del calcioscommesse – devo dire che lasciamo una brutta immagine del nostro calcio. Se mi aspettavo questa situazione? Da italiano la prima sensazione è che veniamo derisi all’estero, rimane il fatto che venivamo sempre additati come intrallazzoni, mafiosi e questo fa male perchè io posso dire di aver pagato lo scotto di un atteggiamento che ci coinvolge tutti”.