Calcio scommesse, Valentini (Figc): "Siamo contro l'amnistia"

Pubblicato il 2 Marzo 2012 21:22 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2012 23:29

BARI, 2 MAR – ''Siamo contro ogni amnistia ma ci sono norme premiali per chi collabora facendo emergere gli illeciti sportivi. Contestare la 'responsabilita' oggettiva e' un tormentone, ma e' un male necessario''. Lo ha detto il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, secondo cui ''in questa stagione c'e' gia' un effetto deterrente del nostro lavoro'' in quanto sono state fatte ''solo quattro segnalazioni di scommesse anomale per gare di prima e seconda divisione''.

Valentini ne ha parlato a Bari partecipando ad un convegno organizzato dall'Ussi sul calcio pulito. Erano presenti, tra gli altri, il presidente nazionale dell'Ussi, Luigi Ferrajolo, e il vice presidente del Coni,Luca Pancalli.

''L'illecito di cui stiamo discutendo – ha spiegato Valentini – e' diverso rispetto a quello tradizionale e si presenta come un fenomeno dirompente. Grazie alla sinergia con il ministero dell'Interno, abbiamo attive una Unita' investigativa sulle scommesse sportive (di cui faccio parte io) e un gruppo ispettivo sulle scommesse''.

''Allo stesso tempo – ha detto ancora – bisogna anche considerare che la giustizia sportiva non puo' ordinare perquisizioni, intercettazioni, ne' disporre di misure cautelari o controlli bancari''.