Calcio/ Serie A, 35ª Giornata: Inter, Milan, Juventus pareggiano. I neroazzurri necessitano di due punti per avere la certezza matematica dello scudetto

Pubblicato il 10 maggio 2009 14:34 | Ultimo aggiornamento: 10 maggio 2009 22:35

balotelli-2

Negli anticipi della trentacinquesima giornata la Sampdoria strapazza la Reggina e la relega all’ultimo posto. L’Udinese, quinta vittoria consecutiva, passa all’Olimpico di Roma contro la Lazio, terzo KO consecutivo.

L’Inter pareggia a Verona contro l’ottimo Chievo di Domenico Di Carlo. Nel primo tempo apre le marcature Hernan Crespo con una zampata dentro l’area di rigore. Sempre nella prima frazione di gioco pareggia i conti Marcolini con una bordata da fuori area. Nella ripresa sono ancora i neroazzurri a portarsi in vantaggio grazie ad una prodezza balistica di Mario Balotelli, ma i clivensi non mollano e pareggiano con un destro al volo dell’ex interista Luciano.

In zona Champions importante vittoria della Fiorentina che passa a Catania con gol di Jovetic, nel primo tempo, e Zauri, al novantesimo. Il Genoa non si conferma dopo la convincente vittoria nel derby e impatta 1-1 a Bergamo grazie alle reti di Valdes e Criscito.

Nell’ambito della lotta per la qualificazione alla prossima Europa League importante pareggio della Roma a Cagliari che cosi allunga sul Palermo, sconfitto 0-1 a Siena a causa di un acuto di Calaiò, e sull’Udinese.

Rimane tutto immutato nella zona calda della classifica. Tutte le formazioni impegnate nella corsa per non retrocedere pareggiano. Finisce 1-1 fra Torino e Bologna in virtù delle marcature, entrambe su calcio di rigore, di Rosina e Di Vaio, capocannoniere solitario con 22 reti. Pareggio casalingo del Lecce contro il Napoli: Pià porta in vantaggio i napoletani, Zanchetta pareggia dagli undici metri.

L’atteso posticipo Milan-Juventus termina in parità. Dopo un primo tempo avaro di emozioni la ripresa regala due gol. Sono i rossoneri a portarsi in vantaggio grazie ad un’azione costruita da Inzaghi e finalizzata dalla coppia Ambrosini-Seedorf con ultimo tocco dell’olandese. La Juventus reagisce e trova il pareggio con una bella zuccata da dentro l’area di rigore di Iaquinta.

Grazie a questo pareggio L’Inter conserva il vantaggio di sette punti sui rossoneri che a tre giornate dal termine di campionato sanno di sentenza.