Calcio/ Serie A, Genoa-Roma 3-2: le pagelle dei giallorossi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 agosto 2009 0:11 | Ultimo aggiornamento: 24 agosto 2009 0:11

Serie A, prima giornata, Genoa-Roma 3-2. Le pagelle dei giallorossi:

ARTUR 5.5- Sprofonda insieme al resto del pacchetto difensivo. Non ha responsabilità sul gol di Criscito. Sulla punizione di Zapater appare fuori posizione mentre, sul terzo gol, respinge centralmente, e quindi male, il pallone.

MOTTA 5.5- Seconda prestazione negativa della stagione. Soffre durante l’arco di tutta la partita la velocità e gli inserimenti offensivi di Sculli. Deve crescere in attenzione e condizione fisica.

ANDREOLLI 6- Paradossalmente i difensori centrali non sono i principali colpevoli di questa sconfitta. Il giovane difensore, rinfrancato dalla presenza di Burdisso, non commette errori decisivi. Irruento su Juric prende il cartellino giallo. Si infortuna nel finale e lascia spazio a Riise.

BURDISSO 6.5- Considerando il fatto che non si è mai allenato con la squadra gioca una partita di tutto rispetto. Aiuta il giovane Andreolli e detta i tempi della difesa. Importante il suo inserimento nella rosa giallorossa.

CASSETTI 5.5- Schierato, a sorpresa, nel ruolo di terzino sinistro fa il suo senza infamia nè gloria. Cala, in maniera decisiva, nel finale di partita. Sempre meglio schierare in campo, quando c’è la possibilità giocatori di ruolo.

DE ROSSI 6- Il centrocampista della nazionale italiana non gioca una partita memorabili. Buona la sua gara in interdizione, pessima la sua prestazione nella fase d’impostazione. Troppo importante per la sua Roma.

PIZARRO 6- Il cileno è molto positivo in fase propositiva ma non convince nella fase difensiva. Ottimi i suoi assist per Totti e Menèz. Metronomo del centrocampo.

GUBERTI 5.5- Il ragazzo viene schierato, nel corso di questa stagione, titolare per la seconda volta. Ci mette impegno e costanza ma, purtroppo per lui, risulta essere più fumoso che incisivo. Si incarta da solo.

MENEZ 6.5- Il giocatore francese, pur avendo delle pause, è il migliore dei suoi. Se non ci fossero i suoi dribbling e le sue accelerazioni per la Roma sarebbe davvero dura. Viene steso sistematicamente dai difensori del Genoa. Biava commette su di lui un fallo da ultimo uomo. Morganti grazia il difensore dei rossoblù.

TADDEI 6- Estremamente utile in fase difensiva e pressochè nullo in attacco. Ha, tuttavia, il merito di trovare, con un colpo di testa perfetto, la rete del pareggio dei giallorossi. Deve crescere.

TOTTI 6- Ci si aspetta di più dal capitano della Roma. Meriterebbe anche un voto più alto ma, sulla sua prestazione, pesa come un macigno il gol sbagliato a due passi da Amelia. Cresce alla distanza. Da campione la deviazione vincente su bordata di Guberti. 8 gol in 4 partite il suo bottino stagionale.

SPALLETTI 5- Negativa la sua prestazione. Schiera una Roma senza nè capo, nè coda. Ok il turnover ma non ha senso schierare Cassetti, apparso molto indietro nella condizione fisica, come terzino sinistro e mettere Brighi, uno dei più in forma, in panchina. Non convince la scelta di Guberti e Taddei come esterni alti.

Menèz, un giocatore ritrovato, è il migliore della Roma contro il Genoa

Menèz, un giocatore ritrovato, è il migliore della Roma contro il Genoa