Calcio, serie A in sciopero: per Beretta “una decisione irresponsabile”

Pubblicato il 30 Novembre 2010 17:09 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2010 17:09

”Stiamo assistendo ad un pericoloso gioco al massacro: lo sciopero dei calciatori è una decisione irresponsabile e senza ragioni. Sono stupefatto dalla decisione dell’Aic di alzarsi dal tavolo della trattativa mentre il presidente Abete stava illustrando la bozza di sintesi preparata dalla Figc. E’ una giornata senza precedenti”.

Con queste parole il presidente della Lega di A, Maurizio Beretta, ha commentato la decisione del sindacato calciatori di interrompere la trattativa sul rinnovo del contratto collettivo, con la conseguente proclamazione dello sciopero per il weekend dell’11 e 12 dicembre.

”Quella di oggi è stata una riunione allucinante senza precedenti nella storia. L’Assocalciatori (rappresentata dal vicepresidente Grosso e dall’avvocato Calcagno) si è rifiutata di ascoltare l’intervento del presidente Abete, in cui era contenuto anche il 7/o punto, quello dei cosiddetti fuori rosa. A quel punto si sono alzati dal tavolo e hanno abbandonato il palazzo federale”.