Calcio, Super Lega in arrivo in Europa: Juve, Milan, Inter e Roma tra i top

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 5 novembre 2018 20:37
Super Lega europea calcio: anche Juve e Milan tra le top

Calcio, Super Lega in arrivo in Europa: Juve, Milan, Inter e Roma tra i top

ROMA – Super Lega del calcio europeo in arrivo: Juventus e Milan fra i top, con l’aggiunta di Inter e Roma. Se la Super Lega europea diventerà realtà lo sapremo entro novembre, secondo le rivelazioni del settimanale tedesco Spiegel, a sua volta alimentate dalle rivelazioni di Football Leaks. 

Già nel 2016 si parlava di un campionato riservato alle squadre più ricche e potenti, senza retrocessioni, ma con partecipazioni consentite solamente a pochi e selezionati club. Attualmente, l’idea della Super Lega sembra avere un nuovo slancio: secondo un prospetto riservato che il Real Madrid ha ricevuto solo pochi giorni fa, per stabilire i criteri del campionato dovranno firmare 16 top club. Secondo il documento, la Lega inizierebbe a funzionare nella stagione 2021. 

Dopo 2 anni di colloqui e trattative con l’Uefa, guidati da Michael Gerlinger, il consigliere legale principale dell’FC Bayern, il direttore del Barcellona Raúl Sanllehí e Stefano Bertola della Juventus si è arrivati a maggio 2018, quando alcuni membri dei Big Seven volarono a Budapest per un incontro con alti funzionari UEFA. Quattro giorni dopo, il Bayern Monaco aveva inviato una mail firmata da Rummenigge e dal suo omologo della Juventus, Andrea Agnelli, riassumendo i colloqui di Budapest:”Non una delle aspettative è stata soddisfatta”.

Secondo Rummenigge e Agnelli, la UEFA non era ovviamente in grado di arrivare a soluzioni competenti. Sostenevano che i migliori club, “riconosciuti all’unanimità come i driver del sistema”, ora si trovavano di fronte a “minacce globali”, rendendo l’ulteriore sviluppo delle competizioni europee “non un’opzione ma una necessità”. I due rappresentanti del club hanno scritto che avrebbero accettato di rimanere in Champions League, ma alle seguenti condizioni:

– in futuro la Lega avrebbe dovuto includere solo 24 squadre;
– i club che in passato hanno ottenuto un enorme successo, nel campionato dovranno essere premiati con ulteriori punti;
– alcune partite europee dovranno essere giocate nei fine settimana e più partite essere programmate in fasce orarie convenienti per la trasmissione in più mercati televisivi mondiali;
– ai club deve essere dato il potere di organizzare e controllare la competizione insieme all’UEFA.

Quel che Rummenigge e Agnelli stavano chiedendo non era altro che un ampio trasferimento di poteri e di ricavi a favore dei top club. La notte del 22 ottobre, il Real Madrid ha ricevuto un’e-mail con l’oggetto:”Bozza di un accordo dei 16″. Era indirizzato al presidente del club Florentino Pérez. Il messaggio era stato inoltrato da Key Capital Partners, con sede a Madrid, che fornisce consulenza alle aziende che lavorano su progetti i grande portata. 

All’e-mail è stato allegato un documento – la bozza di un “contratto preliminare” vincolante di 13 pagine di 11 dei migliori club europei per l’istituzione di una Super Lega. Se tutto procederà secondo il “contratto preliminare vincolante”, la Champions League cesserà di esistere a partire dal 2021. Invece, gli 11 club europei più importanti si separeranno dall’UEFA e fonderanno la “European Super League”. “Gli 11 “fondatori” non sarebbero a rischio di retrocessione e verrebbero garantiti per 20 anni. Altri cinque club saranno inclusi come “ospiti iniziali”, in modo che la nuova Lega abbia 16 squadre. 

Il progetto, afferma il documento, è soggetto alla massima segretezza. Secondo la bozza, la data per la firma dei 16 rappresentanti dei club è fissata per novembre 2018, ma il giorno è stato tenuto aperto. Gli 11 club quotati come “fondatori” della Super Lega europea – quelli che apparentemente non dovranno affrontare la retrocessione – sono il Real Madrid, l’FC Barcelona, il Manchester United, la Juventus, l’FC Chelsea, l’Arsenal, il Paris Saint-Germain, il Manchester City , FC Liverpool, AC Milan e Bayern Monaco. I cinque “ospiti iniziali”, secondo il documento, sarebbero l’Atlético Madrid, il Borussia Dortmund, l’Olympique Marsiglia, l’Inter e la Roma. 

Gli 11 club fondatori, secondo il documento, in Spagna registrerebbero un’azienda per commercializzare, organizzare e svolgere la Super Lega europea sotto il suo pieno controllo. La formula è praticamente tutta improntata sull’eliminazione diretta (di 10 turni, solo uno è articolato a gruppi). Il documento elenca anche le possibili quote di proprietà che sarebbero detenute dai singoli club nella società europea congiunta della Super Lega, con il Real Madrid che detiene il 18,77%, il Barcellona il 17,11% e il Manchester United il 12,58%. Il Bayern Monaco sarebbe il quarto maggiore azionista con l’8,29%.