Calcio/ Taçi-Bologna è fatta: l’imprenditore albanese sborsa 22 milioni di euro per acquistare l’80% delle quote della società emiliana

Pubblicato il 24 Luglio 2009 9:12 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 9:12
Taçi, petroliere albanese, sarà il nuovo presidente del Bologna

Taçi, petroliere albanese, sarà il nuovo presidente del Bologna

Svolta storica nel calcio italiano: il Bologna avrà un presidente straniero. Si tratta del magnate albanese Taçi.

La scorsa stagione, prima dell’arrivo di Menarini, una cordata americana guidata da Joe Tacopina aveva provato a rilevare il pacchetto di maggioranza del club emiliano salvo poi tirarsi indietro.

Menarini, dopo 10 mesi di gestione, ha detto basta capendo che il ‘dorato’ mondo del calcio in realtà garantisce ben pochi guadagni.

Il petroliere albanese, Taçi ha acquistato l’80% delle quote della società emiliana per la cifra di 22 milioni di euro. Il nuovo presidente ha deciso di lasciare inalterato l’organigramma tecnico del Bologna: l’allenatore rimarrà Papadopulo e la squadra, Di Vaio compreso, non verrà modificata.