Calcio, tolleranza zero per i portieri. Braschi: “Ogni fallo sarà da rosso”

Pubblicato il 3 Agosto 2011 19:12 | Ultimo aggiornamento: 3 Agosto 2011 19:15

BOLOGNA, 3 AGO – Per i portieri si profila un campionato tutt’altro che facile. Per loro, infatti, finire sotto la doccia prima del novantesimo, rischia di essere molto più facile. Gli arbitri si sono riuniti e hanno deciso: tolleranza zero e cartellino rosso, quasi per tutti i falli che riguardano gli estremi difensori. A parlarne, annunciando anche più chiarezza sui falli di mano dove invece la tendenza sarà a punire meno severamente, è stato il responsabile della commissione arbitri Can A, Stefano Braschi nella giornata conclusiva del raduno dei fischietti a Sportilia.

”Nei falli di mano – ha detto Braschi – si deve ammonire solo quando si ferma un’azione di gioco valutata importante o quando c’e’ un gesto, non solo volontario, ma plateale, molto evidente, traducendo il termine usato in inglese si potrebbe dire, ‘svergognato’. Negli altri casi, si fischierà solo la punizione o il rigore”.

Per gli interventi fallosi del portiere, invece, Braschi ha spiegato che in ”quasi tutti i casi scatterà il rosso. Solo se l’azione è molto defilata o ci sono molti difensori alle sue spalle si potra’ non espellere. Non basta – ha detto – che ci sia un solo difensore alle sue spalle. Perché l’azione resta molto pericolosa”.