Calcio: la Fifa dà 30 giorni all’Ucraina per mettersi in regola

Pubblicato il 3 Marzo 2011 22:59 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2011 23:00

KIEV- Le massime istituzioni calcistiche, Fifa e Uefa, hanno dato un mese di tempo alla Federazione calcistica dell’Ucraina per sistemare la propria situazione e chiudere la questione riguardo alle ingerenze politiche nell’organismo sportivo del Paese.

I componenti della FFU – è la richiesta sollecitata giovedì 3 marzo – non devono svolgere alcuna attività politica fino al termine degli Europei di calcio che si terranno in Polonia e in Ucraina nel 2012.

Fifa e Uefa hanno inviato una lettera alla Federazione ucraina. E’ una nuova e forse ultima puntata di una contesa che – in un primo tempo – sembrava minacciare la partecipazione dei club e delle nazionali della Federazione ucraina alle competizioni internazionali.

”Fifa e Uefa – si legge nel testo della lettera pubblicata sul sito della FFU – sono lieti di prendere atto dell’attuale trend positivo. Al momento, la situazione sembra andare verso l’unita’ della famiglia calcistica dell’Ucraina. Tuttavia, dobbiamo sottolineare come venti componenti della Federazione non abbiamo ancora i requisiti chiesti dalla Fifa nella lettera datata 24 Gennaio”.

In sostanza, veniva chiesto ai membri della Federazione di stare alla larga dalla politica fino alla chiusura di Euro 2012. Da questo momento, la FFU ha trenta giorni per mettersi in regola e chiudere la diatriba.