Zidane-Materazzi: scuse? Manco morto

Pubblicato il 1 Marzo 2010 12:24 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2010 12:24

Chiedere scusa a Materazzi, per la celebre zuccata nella finale dei mondiali in Germania? “Mai, piuttosto morire” assicura Zinedine Zidane, in una intervista oggi a El Pais.

L’ex-capitano della nazionale francese visibilmente non ha ancora digerito lo scontro fisico-verbale con il difensore azzurro.

Dopo la testata, venne espulso, e la Francia perse i mondiali. “Certo che me lo rimprovero, però se chiedessi scusa ammetterei che quello che ha fatto lui era normale.

E per me non fu normale” dice Zizou, senza mai citare il nome dell’ azzurro, che secondo la sua versione avrebbe insultato in campo sua madre. “In campo succedono tante cose – spiega – ma quella volta non l’ho sopportato”. “Non è una scusa.

Ma mia madre era ammalata. Era in ospedale. Questo la gente non lo sapeva. Però era un brutto momento” ricorda l’ex-stella di Marsiglia, Juventus e Real Madrid.

“Più di una volta hanno offeso mia madre, e non ho mai risposto. Però quella volta, è successo. Se fosse stato Kakà, un ragazzo normale, un ragazzo buono, certo che gli avrei chiesto scusa. Ma a quello là…!

Se mi scusassi, mancherei di rispetto a me stesso e a tutti coloro che amo con tutta l’anima”, si sfoga Zizou. “Chiedo scusa al calcio – conclude Zizou -, ai tifosi, alla squadra. Ma a lui non posso. Mai, mai. Sarebbe disonorarmi. Preferisco morire”.