Calciomercato Fiorentina, Hagi junior strappato al Barcellona

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2015 20:45 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2015 20:45
Calciomercato Fiorentina, Hagi junior strappato al Barcellona

Hagi Junior (foto da www.digisport.ro)

ROMA – Fiorentina: arriva Ianis Hagi, figlio di Gheorghe, strappato al Barcellona. Ne parla La Gazzetta dello Sport con Gabriel Safta.

“Nel 2001, quando Gheorghe Hagi, il re del calcio romeno, era c.t della nazionale, suo figlio Ianis toccava per la prima volta l’erba del famoso stadio della Steaua Bucarest, squadra del cuore della famiglia Hagi. “Non so se farà il dottore o il professore. Non credo che farà il calciatore”. Da allora Ianis è cresciuto e si è allenato: non è facile diventare calciatore con un padre così famoso, ma Ianis vive solo per giocare a pallone, e di sicuro ha un talento rarissimo. E solo 16 anni. Già due anni fa era il migliore trequartista di categoria in Romania, e molti ex calciatori dicono che diventerà più forte del padre. Anche il c.t. Iordanescu ne è convinto: “Alla sua età Gica non toccava la palla come lui”. Da due anni Ianis porta la fascia da capitano della nazionale classe 1998. Con lui la Romania, allenata da Florin Raducioiu, si è qualificata per la fase Elite dell’Europeo Under 17. Con le sue giocate Ianis è diventato fondamentale e ha fatto innamorare anche il Barça, ma la Fiorentina è stata più svelta e lui a luglio vestirà la maglia viola: all’inizio con la Primavera, poi si vedrà. “Voglio solo fare il mio calcio e aiutare la squadra ad andare avanti in Europa. Non penso alle grandi squadre, faccio sempre un passo alla volta”.

Ianis è cresciuto in una famiglia perfetta. Non si alza mai da tavola senza dire grazie e non va a letto senza salutare tutti compagni di squadra. Chiede sempre a Raducioiu il permesso di stare di più sul campo ad allenarsi: per questo è così bravo a giocare con entrambi i piedi. Destro, sinistro, calcio d’angolo e calci di punizione: Ianis fa tutto bene e con semplicità. Il figlio di Hagi ha dalla sua anche l’intelligenza calcistica: vede il gioco e sa quando è il momento del passaggio decisivo. Può giocare a destra o a sinistra, dietro le punte, oppure, anche se più raramente, come centravanti. Nel grande calcio si troverà bene perché è serio e determinato. I complimenti più belli gli arrivano ancora da Raducioiu: “Se non fosse stato per Hagi non sarei diventato un grande marcatore, ma chi giocherà con suo figlio Ianis diventerà capocannoniere”. Parole dolci per la Fiorentina, che potrebbe trovare presto un altro talento romeno”.