Calciomercato Frosinone, Robert Gucher: “Chibsah come Gori, deciderà il mister”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 16:47 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 16:47
http://www.blitzquotidiano.it/sport/calciomercato-napoli-gucher-dal-frosinone-227105/

Gucher nella foto LaPresse

FROSINONE – A Robert Gucher, centrocampista del Frosinone, a Graz, in Austria, l’amministrazione comunale della sua città gli ha intitolato la via che va da casa sua fino al campo di calcio dove il calciatore giallazzurro si cimentava da piccolo. Questo grazie alla promozione in serie A con la società ciociara.

“Per me – ha detto Gucher in conferenza – è stata una grande emozione. E’ un tratto di 500 metri che io da bambino facevo tutti i giorni. Ringrazio il mio Comune anche perché mi ha permesso di rivedere tanti miei vecchi compagni di squadra che non incontravo da tanto tempo”. Una valutazione sui nuovi arrivati. “Si stanno integrando bene anche perché il nostro è un gruppo vincente in cui è facile ambientarsi”. Gucher parla poi dei carichi di lavoro.

“La stanchezza c’è come accade nei primi giorni di ritiro. Il vantaggio è che conosciamo bene il preparatore atletico Gianluca Capogna che ci sta caricando il giusto per trovarci pronti al via del campionato”. A centrocampo come si troverebbe in coppia con il nuovo compagno Raman Chibsah?. “Stellone sta provando diverse soluzioni a centrocampo. Chibsah ha caratteristiche simili a quelle di Gori, corsa e un gran piede. A decidere comunque sarà sempre il tecnico”. Sulla questione dello Stadio Comunale frattanto la società ha pubblicato sul sito ufficiale un comunicato.

“In merito all’infondata notizia diffusasi in data odierna e relativa ad eventuali impianti alternativi per le gare interne, il Frosinone Calcio, visti i notevoli sacrifici che la società sta profondendo in termini economici e di energie, ribadisce che l’obiettivo imprescindibile è quello di giocare le proprie gare interne a Frosinone e davanti ai propri tifosi. Si sta lavorando, e si lavorerà, affinché entro il 31 luglio vengano ultimate le prescrizioni richieste al fine di ottenere tutte le necessarie autorizzazioni e non esiste alcuna valida ragione per temere il contrario”.