Calciomercato Inter: Aquilani con Benitez

Pubblicato il 5 Giugno 2010 10:43 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2010 10:43

Dopo aver vinto Coppa Italia, scudetto e Champions League l’Inter vuole essere grande protagonista anche del calciomercato. Così, anche se non è stato ancora scelto il successore di Mourinho (prende quota la candidatura di Rafa Benitez, specie se sfoltirà il suo staff), i collaboratori del presidente Moratti continuano a portare avanti una serie di trattative. Una riguarda un elemento in uscita, perché si tratta di Maicon, che vuole andare al Real Madrid e potrebbe essere accontentato, visto che Florentino Perez sarebbe disposto a spendere 30 milioni di euro. In casa nerazzurra ci sarebbe l’intenzione di puntare forte su Santon per la prossima stagione, ed ecco perché Maicon, forse per l’ultima volta vendibile ad un prezzo del genere, potrebbe partire. Intanto oggi il procuratore del brasiliano, Antonio Caliendo, è stato ‘avvistato’ a Madrid. Il discorso partenze verso la capitale spagnola potrebbe riguardare perfino Milito, se davvero il solito Real fosse disposto a fare una super offerta, superiore ai 40 milioni di euro. Cifra questa che Perez potrebbe tirare fuori anche per uno tra Gerrard e De Rossi. In entrata, se arriva Benitez, l’Inter potrebbe mettere Alberto Aquilani, di cui il tecnico spagnolo continua ad essere un estimatore. Nonostante l’ex romanista abbia dichiarato di voler rimanere ad Anfield, il futuro di Aquilani tra ‘Reds’ appare tutt’altro che scontato visto che i tifosi non perdonano ai dirigenti di aver speso 20 milioni di euro per questo giocatore che considerano un ‘bidone’. Ecco perché Aquilani potrebbe andarsene e seguire Benitez, che lo stima veramente e non lo ha mai nascosto. La Sampdoria, che è vicinissima a quel Pinzi espressamente chiesto dal nuovo tecnico Di Carlo, continua a negare che Palombo e Pazzini possano passare alla Juventus, che intanto ha trovato in Pepe l’esterno alto che cercava. In maglia bianconera dovrebbe rimanere Candreva, mentre è molto incerto il futuro a Torino di Camoranesi. In Germania continuano a scrivere che la Vecchia Signora prenderà il bomber bosniaco Dzeko. Continua la trattativa tra Bari e Genoa per Bonucci: il difensore azzurro sembra destinato a vestire la maglia della Juve, ma rimane da stabilire come ciò accadrà, visto che è ancora in comproprietà tra pugliesi e liguri.

Il Genoa, per riscattare Bonucci, è pronto ad offrire al Bari la propria metà di Meggiorini più un conguaglio di 3 milioni di euro. Risolta la questione, il presidente Preziosi intende dedicarsi al perfezionamento dell’affare Luca Toni, che dovrebbe sbarcare in Liguria, perché pur di non tornare al Bayern ha deciso di ridursi l’ingaggio. La Lazio acquista uruguayani quasi in blocco, ma non può prendere il difensore centrale brasiliano Rafael Toloi, perché non ha passaporti comunitari e costa 10 milioni di euro. E’ invece portoghese, oltre che brasiliano, l’esterno sinistro del Gremio Fabio Santos, ma non si capisce perché il presidente Lotito dovrebbe pagare caro un calciatore che non è titolare nella squadra di Porto Alegre.

Il patron dei biancocelesti, che ancora non parla con Ledesma (dichiaratosi oggi lusingato dall’interesse del Palermo), cerca di ricavare il massimo dalla trattativa per Kolarov: il Real Madrid darebbe solo soldi, fino a 20 milioni, ma Lotito preferirebbe girare il serbo al Manchester City per avere, oltre ad un conguaglio in denaro, l’attaccante paraguayano Roque Santa Cruz, ritenuto ideale per il gioco di Reja. Sulla sponda giallorossa della capitale si aspetta Adriano, che dovrebbe arrivare lunedì, e si sta cercando di cedere Doni, per il quale si sarebbe fatto avanti, nonostante il parere contrario del tecnico Rijkaard, il Galatasaray. Molto attivo il Napoli, che cerca una punta di peso in Sudamerica: il preferito sarebbe l’argentino del Paraguay Barrios, ma piace anche Boselli dell’Estudiantes. Dal Brasile scrivono di Vagner Love, ma in realtà sarebbe stato lui, l’attaccante con le treccine, ad offrirsi al presidente De Laurentiis.