Calciomercato. Cassano-Inter, Pazzini-Milan: l’accordo c’è. Chi ci guadagna?

Pubblicato il 21 agosto 2012 17:54 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2012 17:54

MILANO – Antonio Cassano all’Inter, Giampaolo Pazzini al Milan: lo scambio è fatto, manca solo l’ufficialità, ma i dettagli già si sanno. La domanda che tutti i calciofili (non solo tifosi interisti e milanisti) si pongono è: ma chi ci guadagna?

Cassano

L’Inter aveva bisogno di “trequartisti”, ovvero quei giocatori che possono agire tra centrocampo e attacco, e che abbiano l’assist nel sangue per innescare bomber Milito. Stramaccioni ha infatti annunciato che giocherà col 4-2-3-1 o col 4-3-2-1: per entrambi i moduli ci vogliono dunque fantasisti. E Cassano di fantasia ne ha in abbondanza. Si tratta dell’unico vero “talento puro” che l’Italia è riuscita a sfornare dopo Francesco Totti. E se in giornata, è uno dei pochi giocatori del campionato italiano a poter fare la differenza (quasi) da solo.

Le incognite però ci sono e riguardano l’integrità fisica e “caratteriale” di Fantantonio: Cassano non è più un ragazzino e l’anno scorso ha avuto un’ischemia che sembrava metterne a rischio la carriera. Da allora non ha giocato più una partita intera (Europeo incluso) e la forma sembra risentirne. Altra incognita, le “cassanate”: il Pibe de Bari è maturato rispetto alle ragazzate che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Ma è sempre una “testa calda”, uno che se ha un problema non cerca la diplomazia. E quindi un potenziale pericolo per lo spogliatoio nerazzurro, specie ora che è privo di “primedonne”.

Pazzini

Il Milan aveva bisogno di un attaccante d’area, il classico bomber di razza che finalizzasse le occasioni create da Robihno, Boateng, El Shaarawy e così via. E’ vero, c’è Pato, ma per quanto c’è il “papero” brasiliano? Pato si infortuna spesso, gioca sì e no mezzo campionato e ogni volta che sembra sul punto di esplodere si eclissa.

Incognita: Pazzini, a parte 2 anni d’oro a Genova, sponda Samp (tra l’altro proprio al fianco di Cassano), è sempre sembrato un’eterna promessa. Riuscirà a confermarsi un “cobra” nell’area di rigore? Al Milan i suoi gol servono come il pane.

Ingaggi

Il sito della Gazzetta dello Sport ha pubblicato i termini degli accordi per i due giocatori: Pazzini dovrebbe guadagnare 2,8 milioni di euro a stagione per tre anni.

L’agente di Cassano ha invece trovato l’intesa con l’Inter sulla base di un biennale. Ma in questo caso il sito della “rosa” non ha fornito ancora ulteriori dettagli.

Foto Lapresse: