Calciomercato Inter: Lavezzi, Palacio, Isla, Ogbonna. Le trattative in corso

Pubblicato il 26 Maggio 2012 11:50 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2012 11:51

MILANO  –  Calciomercato Inter: Lavezzi, Palacio, Isla, Ogbonna; le trattative portate avanti da Marco Branca, direttore sportivo della società di Massimo Moratti, per rafforzare la rosa in vista degli impegni della prossima stagione.

Tante voci ma pochi veri affari fino ad ora. L’unico riguarda Rodrigo Palacio, passato dal Genoa all’Inter: per il presidente Massimo Moratti e’ stata fatta ”una buona cosa”.

”Adesso, passo per passo vedremo altre mosse da fare  sia in entrata che in uscita”, le parole di Moratti, che sulla trattativa per portare Ezequiel Lavezzi in nerazzurro non si sbilancia, soprattutto dopo l’offerta avanzata a De Laurentiis dal Psg (26 milioni di euro e ingaggio da 4,5 mln a stagione).

”Penso che quella da parte del Psg sia un’offerta interessante – ha detto Moratti – e poi noi vediamo quello che possiamo fare”, ha tagliato corto. C’e’ bisogno di rilanciare? ”Il rilancio, dipende…”.

Ogbonna  è nato  in Italia da genitori nigeriani e cresce a Cassino, in provincia di Frosinone.

La mattina del 22 dicembre 2008 è stato coinvolto in un incidente stradale presso Beinasco, in cui ha perso il controllo della sua Smart ed è precipitato sul greto del torrente Sangone; ricoverato all’ospedale di Orbassano, ha riportato un trauma toracico e contusioni polmonari  ma la sua guarigione è stata repentina e il 7 gennaio 2009 è riuscito addirittura a giocare il secondo tempo di una partita amichevole contro il Finale Ligure.

Nel 2009 è convocato dalla Nazionale nigeriana, allenata da Shaibu Amodu, per le amichevoli contro Irlanda e Francia, con la prospettiva di una chiamata anche per le qualificazioni e per la fase finale dei Mondiali del 2010, tuttavia ha rifiutato  la convocazione nella speranza di una chiamata dalla Nazionale italiana.

Il 12 agosto 2009 esordisce nella Nazionale italiana Under-21 nella partita amichevole Russia-Italia (3-2) giocata a San Pietroburgo.

Giocando in coppia con Ranocchia al centro della difesa partecipa alle qualificazioni all’Europeo 2011 e al doppio spareggio contro la Bielorussia, che sancisce l’eliminazione degli azzurrini.

Il suo ciclo si conclude dunque in anticipo, con 10 presenze al suo attivo.

Il 3 giugno 2011 riceve la sua prima convocazione in Nazionale maggiore da parte di Cesare Prandelli in sostituzione dell’infortunato Alberto Aquilani è la terza volta in trent’anni (gli altri casi furono Daniele Carnasciali nel 1993 e Massimo Maccarone nel 2002) che un giocatore della Serie B è aggregato alla Nazionale (escludendo i giocatori della Juventus post-Calciopoli e Franco Baresi e Fulvio Collovati del Milan dopo lo scandalo del Calcio scommesse). Viene convocato anche il 10 agosto successivo per l’amichevole a Bari contro la Spagna, e rimane nel gruppo per le successive gare di qualificazione all’ Europeo 2012, senza esordire. 

L’esordio in Nazionale arriva l’11 novembre, a 23 anni, subentrando a Criscito come terzino sinistro al 77′ dell’amichevole Polonia-Italia (0-2) disputata a Breslavia.

Alla sua seconda presenza, il 29 febbraio 2012, viene schierato come titolare nel ruolo di difensore centrale nella partita amichevole persa 1-0 contro gli Stati Uniti. Il 14 maggio viene inserito da Cesare Prandelli tra i trentadue preconvocati per gli Europei in Polonia e Ucraina.

Ogbonna non è l’unico difensore nel mirino dell’Inter; i nerazzurri stanno seguendo con interesse anche il terzino dell’Udinese Mauricio Isla. Pozzo è pronto a cedere il calciatore in cambio di quindici milioni di euro.